Curva dei contagi in salita, aumentano anche le vaccinazioni

Curva dei contagi in salita, aumentano anche le vaccinazioni
2 Minuti di Lettura
Sabato 4 Dicembre 2021, 05:03

LA SITUAZIONE
Curva dei contagi di nuovo in salita che ieri si è assestata su 122 casi scoperti fra i residenti della provincia (a cui se ne aggiungono nove di altre Asl), 25 in più del giorno precedente. I tamponi processati sono stati 1.369. Spiccano ancora, su tutti, i dati provenienti dai tre comuni del nord della provincia, con Latina che conta 32 positivi, Aprilia che ne ha registrati 21 e Cisterna con 19. Altri 12 casi sono stati poi accertati a Terracina, sette nel comune di Sezze, quattro a Formia, tre rispettivamente a Cori, Fondi, Pontinia, Priverno, Sabaudia e San Felice Circeo, due a Roccasecca dei Volsci e uno infine a Gaeta, itri, Roccagorga e Sonnino. Mentre il mese di novembre si è chiuso con un bilancio di ben 2.600 contagi totali, nei primi tre giorni di dicembre la provincia è già arrivata a quota 351, solo per restare alla quota di contagiati residenti sul territorio pontino. Si tratta, come già detto, di positività legate a focolai e contatti familiari, che rappresentano la quasi totalità dei canali di contagio in ogni comune. Nelle scorse 24 ore però non sono state segnalate altre vittime del covid, che restano tre dall'inizio del mese e 674 in quasi due anni di pandemia. Restano ai numeri, ad oggi il totale dei contagiati arriva a sfiorare le 42mila unità, mentre gli attuali positivi seguiti in isolamento domiciliare ammontano a 2.566. Il bollettino della Asl di Latina segnala poi 90 guarigioni e due ricoveri all'ospedale Goretti, mentre altri quattro pazienti in gravi condizioni sono stati trasferiti in diversi nosocomi della rete regionale. Cresce infine il numero delle vaccinazioni, che in provincia da due giorni sono tornate ad avere numeri importanti come quelli della scorsa primavera. Anche ieri infatti le somministrazioni sono state poco meno di 5mila: 4.912, di cui 3.980 richiami, 606 seconde dosi e 326 prime dosi. Un dato che rispecchia l'andamento dell'intera regione, che ha visto, nella sola giornata di giovedì, oltre 50mila inoculazioni, per un totale ad oggi di 800mila richiami e più di 9,5 milioni di somministrazioni totali che hanno ormai coperto l'89% della popolazione over 12. «L'obiettivo del 90% di vaccinati non solo è vicino e raggiungibile, ma si può anche pensare di andare oltre ha commentato in un videomessaggio l'assessore alla Sanità del Lazio Alessio D'Amato - Grazie a questa campagna di vaccinazione se facciamo il confronto con lo stesso giorno di un anno fa vediamo che abbiamo dati completamente diversi: 2.500 ricoveri in meno in area medica, oltre 257 in meno nelle terapie intensive e soprattutto 41 decessi in meno. Questo testimonia l'importanza di fare il vaccino e completare il ciclo». Nel Lazio intanto ieri i contagi scoperti sono stati 1.493, sette i decessi e 35 in più i ricoveri in area medica.
La.Pe.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

© RIPRODUZIONE RISERVATA