Covid, il virus tenta di rialzare la testa: ricoveri in aumento

Covid, il virus tenta di rialzare la testa: ricoveri in aumento
di Rita Cammarone
4 Minuti di Lettura
Domenica 2 Ottobre 2022, 11:55

«I nuovi vaccini anti-Covid possono indistintamente ampliare la protezione contro diverse varianti e possano aiutare a mantenere una protezione ottimale contro la malattia grave. Il virus sta tentando di rialzare la testa, ed è per questa ragione che i cittadini devono tornare a vaccinarsi». E' quanto affermato ieri dal dottor Loreto Bevilacqua, coordinatore della campagna vaccinale anti-Covid della Asl di Latina. «La risposta alla richiesta dei farmaci bivalenti finora è stata scarsa e invece va potenziata per evitare che gli ospedali si riempiano nuovamente di positivi», ha aggiunto il responsabile a fronte degli ultimi dati.
I NUMERI
In base al bollettino diffuso ieri dalla Asl pontina, nella giornata di venerdì sono state somministrate 180 dosi, quasi tutte terze e quarte. Ed è andata di lusso, perché nei giorni precedenti il numero giornaliero ha oscillato tra le 90 e le 168 somministrazioni al dì. Una situazione molto lontana dai tempi dell'emergenza, quando mediamente in provincia di Latina si era arrivati ad inoculare fino a 5.000 dosi in 24 ore. Dal confronto degli ultimi due report settimanali si è passati da 1.246 positivi e 3 ricoveri a 1.667 casi mantenendo stabili i nuovi ricoveri. Il report di ieri ha censito 270 nuovi contagiati, dopo quattro giorni consecutivi in cui si sono registrati nuovi casi ben oltre le 300 unità, totalizzando in cinque giorni 8 ricoveri, contro i 3 nei precedenti sette giorni. «Ci troviamo in una fase ha affermato il dottor Bevilacqua in cui non si ha alcun problema di fornitura dei vaccini anti-Covid. Le nuove formule bivalenti BA.1 e BA.4-5, sono entrambe valide, come spiegato nell'ultima circolare ministeriale. Negli Hub della nostra provincia sono a disposizione entrambi i vaccini e i cittadini possono scegliere. Al momento non ci sono evidenze per poter esprimere un giudizio di uso preferenziale di uno dei vaccini bivalenti, ritenendo che tutti possano ampliare la protezione contro diverse varianti. L'appello è di vaccinarsi, ricordando che è possibile prenotarsi sia sul sito Salute Lazio, dove è possibile come centro di somministrazione anche le farmacie, oppure rivolgendosi al proprio medico di famiglia».

«Ad oggi ha aggiunto il dottor Bevilacqua possono ricevere i nuovi vaccini bivalenti, come terze e quarte dosi, tutti coloro che hanno superato i 12 anni e come V dose i fragili e immunodepressi. L'importante è che siano trascorsi almeno 120 giorni da precedente somministrazione o dall'ultima infezione (data del test negativo)». In quanto alla scarsa adesione alla nuova fase della campagna vaccinale anti-Covid, il dottor Bevilacqua l'ha attribuita in parte al calo dell'attenzione mediatica: «E' vero anche ha affermato inoltre che quest'estate tantissimi hanno contratto il virus, motivo per cui non sono ancora trascorsi i 120 giorni richiesti. Ci aspettiamo un incremento di prenotazioni nelle prossime settimane». A favorire la nuova vaccinazione anti-Covid sarà anche l'avvio della campagna antinfluenzale: «I cittadini potranno fare l'uno e l'altro vaccino dal medico di famiglia e nelle farmacie. Inoltre, stiamo vendendo se sarà possibile ampliare il servizio anche negli Hub».
NELLE FARMACIE
Se in generale, in provincia di Latina, le nuove vaccinazioni anti-Covid proseguono a rilento, un buon segnale arriva dalle farmacie. «Finalmente abbiamo una ripresa delle vaccinazioni ha affermato ieri il dottor Salvatore Farina, presidente di Federfarma Latina Dopo un'estate di stasi, i bivalenti sono richiesti. Al momento abbiamo forniture di 24 dosi a settimana, ma se abbiamo più richieste da parte dei nostri pazienti si può raddoppiare. Martedì abbiamo una riunione in Federfarma Lazio sulla campagna vaccinale antinfluenzale». «L'avvio della campagna antinfluenzale ha commentato la dottoressa Amelia Fontana, segretaria di Federfarma Latina darà un ulteriore slancio anche a quella anti-Covid. I due vaccini potranno essere somministrati in farmacia gratuitamente. In quanto alla vaccinazione anti-Covid, parlando della mia esperienza, posso dire che sta andando bene: abbiamo clienti in attesa e speriamo che presto ci aumentino le forniture».
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA