Dopo una settimana in presenza torna lo spettro delle classi in quarantena

Dopo una settimana in presenza torna lo spettro delle classi in quarantena
di Francesca Balestrieri
3 Minuti di Lettura
Mercoledì 14 Aprile 2021, 05:21 - Ultimo aggiornamento: 09:32

 Gli studenti delle scuole superiori sono rientrati in presenza solo da una settimana, eppure il numero dei contagi è già schizzato: ieri 60 tra alunni e prof positivi al Covid, oggi circa 150. Un andamento che ovviamente non si può imputare alle varie scuole che hanno ripreso da appena sette giorni, ma più probabilmente al comportamento dei ragazzi durante i giorni delle vacanze pasquali. Se si conta qualche positivo tra gli alunni del primo ciclo di istruzione, sono proprio le superiori a preoccupare, considerando anche il problema trasporti che non è ancora stato risolto del tutto.


Facendo un giro di ricognizione con i dirigenti scolastici degli istituti superiori di Latina, la situazione non sembra così critica. Al liceo Majorana, che il mese scorso aveva fatto registrare diversi casi di positività nelle stesse classi, al momento è positiva una docente che ovviamente è in isolamento, così come una collaboratrice scolastica. In quarantena dunque sono finiti anche i colleghi di quest'ultima. Per le classi della docente invece la scuola sta provvedendo con delle supplenze. Piccola emergenza invece al Galilei Sani dove si registrano otto casi di studenti positivi al Covid, le classi ha spiegato il dirigente Antonio Tubiello sono in quarantena e stanno svolgendo lezione con la modalità della didattica a distanza. E' stata accertata la positività di un alunno anche al liceo Classico Alighieri per un contagio familiare, la classe è stata ovviamente posta in quarantena con la didattica a distanza. Al Manzoni, altro liceo che prima della zona rossa aveva fatto preoccupare per diversi casi di positività, in queste ore è in fase di accertamento la positività di uno studente, in caso di esito positivo al tampone molecolare, verranno presi i provvedimenti ormai collaudati. In realtà ci sono anche altri studenti positivi, i cui contagi, e il successivo accertamento, è avvenuto durante le festività pasquali, dunque al rientro non c'è stato bisogno di adottare la quarantena per i compagni di classe, ha spiegato la dirigente Paola Di Veroli. Nessuna classe in isolamento al momento nei licei Grassi e Marconi di Latina, anche se in quest'ultimo caso si è in attesa dell'esito di alcuni tamponi. A Fondi, città che aveva preoccupato non poco per l'alto numero di contagi tra la popolazione, non sono state necessarie quarantene perché i positivi in età scolare sono stati tutti trovati tramite screening prima del rientro in classe.
Francesca Balestrieri
© RIPRODUZIONE RISERVATA

© RIPRODUZIONE RISERVATA