Covid, a gennaio il doppio dei casi del mese scorso in provincia e già 22 morti

Covid, a gennaio il doppio dei casi del mese scorso in provincia e già 22 morti
di Laura Pesino
3 Minuti di Lettura
Domenica 16 Gennaio 2022, 05:05 - Ultimo aggiornamento: 09:59

 Nei primi 15 giorni di gennaio si contano complessivamente 17.420 contagi da Covid 19, oltre il doppio di quelli registrati in tutto dicembre. Il virus continua a correre al ritmo di più di mille casi ogni giorno, senza tregua. Ieri 1.238 nuove positività sono state accertate dalla Asl pontina su un totale di circa 7.500 test eseguiti, tra molecolari e antigenici. Ancora una volta sono coinvolti quasi tutti i comuni della provincia, 32 su 33, con la sola eccezione di Campodimele.

I NUMERI

La quota maggiore di positivi riguarda la città capoluogo che conta 271 contagi, comunque la metà rispetto al giorno precedente. Altri 187 sono invece ad Aprilia, due a Bassiano, otto a Castelforte, 44 a Cisterna, 12 a Cori, 99 a Fondi, 101 a Formia, 22 a Gaeta, 36 a Itri, 13 nel comune di Lenola, 11 a Maenza, 46 a Minturno, otto ciascuno nei territori di Monte San Biagio e Norma, ancora 36 a Pontinia, due a Ponza, 43 a Priverno, quattro a Prossedi e cinque a Roccagorga, un solo caso a Rocca massima, due a Roccasecca dei Volsci, 45 a Sabaudia, 17 a San Felice Circeo, 28 a Santi Cosma e Damiano, 29 a Sermoneta, 49 a Sezze, 13 a Sonnino, quattro a Sperlonga, 10 a Spigno Saturnia, 80 a Terracina e due anche sull'isola di Ventotene. Sale ancora dunque l'elenco dei cittadini bloccati dal virus: 23mila sono in isolamento domiciliare perché positivi, 25mila circa si trovano invece in quarantena per contatti. E purtroppo si aggrava anche il bilancio delle vittime: nelle ultime 24 ore ha perso la vita una donna che era residente a Itri, aveva ricevuto a dicembre la dose booster ma aveva diverse patologie pregresse che hanno aggravato il suo quadro clinico. Si tratta dunque del 22° decesso dall'inizio del mese sui 719 decessi totali registrati nei due anni di pandemia. Sono inoltre sette i nuovi ricoveri all'ospedale Goretti nelle scorse 24 ore, a cui si aggiungono due pazienti trasferiti a Roma. In Rianimazione fino a venerdì si trovavano sei pazienti su sette che non risultavano vaccinati. Sessantacinque infine le guarigioni notificate.

LA CAMPAGNA

Un ultimo dato riguarda le vaccinazioni. 7mila in provincia nella giornata di venerdì 14 gennaio, con 754 prime dosi, 810 seconde e 5.660 booster. Oggi intanto è la giornata di un nuovo open day in programma alla ex Rossi Sud di Latina, riservato alla terza dose della fascia di età 12-17 anni. A disposizione ci sono 300 booster di Pfizer che saranno somministrate nel corso della domenica, con 150 numeri distribuiti alle 8 e altrettanti dalle 14. Basterà presentarsi muniti di tessera sanitaria e senza prenotazione, ma accompagnati con genitori o tutori. Per quanto riguarda infine i numeri del Lazio, con 12.096 nuovi contagi scoperti gli attuali positivi arrivano a quota 211.442, con un ulteriore crescita dei ricoveri ospedalieri: 59 in più in 24 ore. Nelle aree mediche degli ospedali della regione si trovano dunque complessivamente 1.734 pazienti, altri 204 occupano invece le terapie intensive. Secondo l'ultima rilevazione di Agenas, la percentuale di occupazione di posti letto in area non critica è salita al 26%, mentre resta stabile al 22% quella delle terapie intensive. Con circa 103mila test effettuati il rapporto tra positivi e tamponi scende a quota 11,6%, ma ieri sono stati registrati ben 15 morti per covid in tutto il Lazio, in gran parte nella provincia di Roma.
Laura Pesino
© RIPRODUZIONE RISERVATA

© RIPRODUZIONE RISERVATA