Coletta vara il Patto “Latina per Latina” e lunedì incontra tutti i partiti

Coletta vara il Patto “Latina per Latina” e lunedì incontra tutti i partiti
di Andrea Apruzzese
3 Minuti di Lettura
Sabato 23 Ottobre 2021, 05:02 - Ultimo aggiornamento: 15:54

Includere anche il centrodestra nel patto Latina per Latina, che sarà il perno centrale del rilancio del capoluogo pontino, nonché l'asse portante della consiliatura. È una delle scelte assunte ieri pomeriggio, nel corso del primo incontro che ha avuto il sindaco, Damiano Coletta, con le forze della sua coalizione, Lbc, Pd, e M5S, finalizzato a individuare il percorso per la formazione di un governo cittadino dalle larghe intese. «È arrivato il momento di dimostrare senso di responsabilità ha spiegato Coletta la città è pronta a rilanciarsi attraverso progetti concreti e i cittadini si sono espressi in maniera chiara. È fondamentale, partendo dai valori, riunire tutte le forze politiche che vogliono il bene di Latina, non possiamo permetterci battute d'arresto». Al termine del vertice, Coletta ha spiegato: «Abbiamo fatto il punto della situazione, confermando la linea dell'incontro istituzionale con i singoli rappresentanti dei partiti, previsto per lunedì, per stilare l'agenda del patto Latina per Latina». Al centro di quest'agenda c'è, spiega ancora il sindaco, il Pnrr.


CENTRODESTRA
L'accelerazione data da Coletta, riguarda anche il centrodestra, che incontrerà lunedì mattina. FdI aveva già fissato un incontro del gruppo consiliare per lunedì pomeriggio ma dal partito trapela che a questo punto potrebbe essere anticipato alle prime ore del mattino, per effettuare alcune valutazioni prima del vertice. I partiti della coalizione di centrodestra hanno in queste ore contatti costanti, ed era anche in programma per oggi una riunione, con la presenza di Vincenzo Zaccheo.
Ieri il Comune ha pubblicato sull'albo pretorio il manifesto ufficiale dei risultati delle elezioni, con le nomine del sindaco e dei consiglieri comunali. Consiglieri che ieri hanno anche ricevuto le nomine ufficiali: uno alla volta, si sono recati in Comune a ritirare la nomina, e molti di loro hanno pubblicato sui social la foto della lettera, o hanno immortalato e pubblicato il momento della firma. E non sono mancate le sorprese: ad esempio per Tommaso Malandruccolo, che da terzo nel Pd con 792 preferenze, si è ritrovato secondo con 814, superando Leonardo Majocchi con 805. Tra i consiglieri comunali eletti che sono stati chiamati per primi ieri è stato Raimondo Tiero, consigliere anziano, ovvero il consigliere eletto con il maggior numero di preferenze, per la quarta volta nella sua carriera politica (2002, 2007, 2011 e 2021).
Tiero, in quanto consigliere anziano, presiederà la prima parte della prima seduta del Consiglio comunale, fino all'elezione del presidente del Consiglio. La prima seduta dovrà essere convocata entro dieci giorni dalla proclamazione del sindaco, ovvero entro il 29 ottobre; la seduta dovrà poi tenersi entro i dieci giorni successivi, ovvero entro l'8 novembre.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© RIPRODUZIONE RISERVATA