COLETTA
«Cari Latinensi, abbiamo dieci giorni per elevare la campagna elettorale

COLETTA «Cari Latinensi, abbiamo dieci giorni per elevare la campagna elettorale
2 Minuti di Lettura
Venerdì 8 Ottobre 2021, 05:02

COLETTA
«Cari Latinensi, abbiamo dieci giorni per elevare la campagna elettorale e per costruire insieme, tutti insieme la Latina futura». Comincia così l'appello di Damiano Coletta in vista del ballottaggio del 17 e 18 ottobre. «Sviluppo, lavoro, sostenibilità, polo della salute, università. Con le forze vive di Latina, con le imprese e i nostri giovani. In questi anni abbiamo costruito relazioni forti con il governo e la Regione, dopo anni di isolamento e commissariamenti - ha scritto ieri il primo cittadino - Chiunque farà il sindaco da lunedì, troverà i conti in ordine e le risorse per trasformare radicalmente la nostra città».
«Di questo mi sarebbe piaciuto discutere con Zaccheo - dice Coletta - ma Zaccheo scappa dal confronto. Però allo stesso tempo lui e i suoi megafoni usano la propaganda e la cortina di fumo dell'ingovernabilità, avendone competenza diretta. Latina ricorda bene che è stato cacciato da quelli che oggi sono in coalizione con lui. Oggi sì, domani chissà». Il riferimento è a diversi consiglieri eletti che firmarono la sfiducia all'amministrazione Zaccheo nel 2010.
«L'ingovernabilità serve a coprire due cose: primo, la paura di perdere le elezioni. Per questo Zaccheo scappa. Secondo, la sua incapacità amministrativa». E' durissimo Coletta nei confronti dell'avversario. «Zaccheo è stato un pessimo sindaco, Latina ha già pagato la sua insipienza. I buffi, i debiti, i progetti, i mostri urbanistici, a cui abbiamo dovuto mettere mano in questi anni, sono tutti frutto della sua amministrazione».
Coletta mostra sicurezza, è convointo di poter rimontare. «Io sarò eletto sindaco e porterò un programma di difesa del bene comune e di sviluppo della città.
Realizzeremo i progetti del PNRR con trasparenza e celerità. Io posso farlo perché parlano per me questi 5 anni, lui no».
Il problema dell'ingorvernabilità riguarda la maggioranza in consiglio che il centrodestra avrà anche se dovesse vincere Coletta. «Non chiederò un voto di parte in Consiglio Comunale, chiederò sempre e solo voti per Latina. E sono certo che la maggior parte dei consiglieri comunali non voteranno mai contro gli interessi di Latina. Questa è la differenza tra me e Zaccheo, speranza contro paura, buona amministrazione contro incapacità, sostenibilità contro grandi bluff. Lui fugge dal confronto, ma noi diremo a tutti la verità, porta a porta, casa per casa, strada per strada. Andiamo a vincere, perché Latina merita di più».
© RIPRODUZIONE RISERVATA

© RIPRODUZIONE RISERVATA