Calcio amputati, nasce l'Asd Roma e sceglie l'esperienza pontina

Calcio amputati, nasce l'Asd Roma e sceglie l'esperienza pontina
di Davide Mancini
3 Minuti di Lettura
Lunedì 17 Gennaio 2022, 05:03 - Ultimo aggiornamento: 11:30

C'è tanto di Latina nel nuovo progetto sportivo nato solo pochi giorni fa nella capitale. L'Asd Roma Calcio Amputati è un sogno che diventa realtà, club destinato a crescere velocemente grazie alla professionalità e alla passione di una dirigenza con le idee molto chiare.


La società giallorossa presieduta da Stefano Mariani può contare sul sostegno del campione del mondo Simone Perrotta, in qualità di vice presidente, sull'esperienza del pontino Luca Zavatti come direttore sportivo, oltre a Marco Ghirotto, che assumerà il ruolo di direttore tecnico, e il professor Agostino Tucciarone, responsabile dell'area medica. Inclusione, condivisione e tenacia rappresentano i valori su cui si fonda questa formazione, come testimoniato da Luca Zavatti: «Durante la scorsa estate ci siamo confrontati spesso con Arturo Mariani, l'ideatore del team. C'era il desiderio di creare un polo a Roma, una squadra che potesse dare la possibilità a tanti ragazzi di praticare una disciplina che sa regalare sensazioni uniche. La capitale, secondo il nostro punto di vista, meritava di partecipare al campionato italiano insieme a realtà consolidate come Genova, Vicenza e Montellabate (Pesaro). Siamo felici di affrontare questo percorso insieme ad uno staff di altissimo livello, tra cui figurano anche due pontini doc: con Marco Ghirotto stiamo portando avanti con successo a Latina la scuola calcio Fair Play' che vede la partecipazione di 25 ragazzi, un'iniziativa che ha conquistato anche il professor Agostino Tucciarone. La loro presenza nell'organigramma dell'Asd Roma Calcio Amputati mi inorgoglisce, sono sicuro che riusciremo a raggiungere grandi traguardi».


SOGNO OLIMPICO
Tra gli obiettivi c'è quello di far bene in campionato e coppa Italia, ma non solo: «Il torneo della Fispes inizierà con ogni probabilità il 5 marzo - prosegue Zavatti - abbiamo allestito una rosa di dodici giocatori che sarà guidata da Maurizio Silvestri. Il 9 febbraio si terrà la presentazione in Campidoglio, oltre al sindaco di Roma Roberto Gualtieri, non mancherà il numero uno del Coni Giovanni Malagò. Ci fa enormemente piacere sapere di poter contare sull'appoggio di Anna Foglietta, da anni impegnata nel sociale con la sua associazione Every child si my child'. Tra i nostri sogni c'è quello di riuscire a stringere un rapporto di collaborazione con l'AS Roma e poterci esibire un giorno allo stadio Olimpico prima delle gare di campionato. Sarebbe un'emozione indescrivibile per tutti noi, lavoreremo tutti insieme con la consueta passione affinché questo desiderio possa realizzarsi».


Obiettivi? «Per quanto concerne la stagione sportiva, sappiamo bene che non sarà semplice imporsi, ma partiamo per cercare di primeggiare».
Il campionato si svilupperà con match di andata e ritorno, le gare casalinghe dell'Asd Roma Calcio Amputati si disputeranno presso il centro sportivo Jem's Soccer Academy.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© RIPRODUZIONE RISERVATA