Biblioteca, il Comune di Latina ostenta sicurezza: «Resteremo nel sistema regionale»

Biblioteca, il Comune di Latina ostenta sicurezza: «Resteremo nel sistema regionale»
2 Minuti di Lettura
Mercoledì 11 Maggio 2022, 14:23

La biblioteca comunale centrale Aldo Manuzio di Latina «rimarrà nell'Organizzazione bibliotecaria regionale». Ad assicurarlo, ieri, l'assessore alla Cultura del Comune di Latina, Laura Pazienti, con una nota, e l'assessore ai Lavori pubblici, Pietro Caschera, intervenuto nella commissione al ramo.
La Pazienti è intervenuta ieri, sul rischio che la Manuzio perda l'accreditamento in Obr, paventato dall'opposizione di centrodestra in Consiglio comunale, che ha reso nota una missiva della Regione sui tempi per i lavori e la riapertura della struttura. La Pazienti garantisce come l'amministrazione «sta lavorando con gli uffici del Servizio Biblioteca alla relazione tecnica richiesta dalla Regione Lazio, perché la Manuzio sia ancora all'interno dell'Obr. Non siamo ancora fuori dal sistema regionale. Nonostante le difficoltà oggettive dovute ad una ristrutturazione ancora in corso, la biblioteca sta operando con i prestiti online, vengono svolte diverse iniziative all'interno del Patto per la Lettura, con particolare riferimento a Nati per Leggere o alle casette per il bookcrossing che si stanno rivelando un grande successo e che implementeremo a breve grazie al sostegno di editori e volontari. Il servizio può contare su una comunità online di 1300 iscritti, in cui vengono pubblicizzati libri e presentazioni. A Latina Scalo peraltro il servizio della biblioteca funziona regolarmente. Presenteremo, nei tempi previsti, una relazione tecnica in collaborazione con l'assessorato ai Lavori Pubblici, che conterrà un quadro esaustivo con cui faremo presente alla Regione Lazio lo stato della struttura centrale e tutti i servizi svolti». Anche in commissione Lavori pubblici, l'assessore al ramo, Pietro Caschera, ha ribadito che «presenteremo nei termini alla Regione le nostre osservazioni, un'eventuale uscita dal sistema regionale non sarebbe giusta».

Biblioteca chiusa da anni a Latina, ultimatum della Regione


«L'accreditamento in Obr - spiega la Pazienti - è frutto soprattutto dei servizi, oltre che della struttura, e le nostre biblioteche forniscono servizi ben oltre i criteri richiesti, in quattro punti di erogazione, tre decentrati e uno al centro. Latina Scalo è perfettamente a norma e attiva, come anche Borgo Sabotino. Inoltre, su Latina Scalo collocheremo il Centro di documentazione europeo, dato che Latina è punto Europa e deve avere il centro. Le attività, inoltre, si svolgono anche nelle Case di quartiere, nei punti di aggregazione delle scuole, di ogni ordine e grado, non solo negli istituti comprensivi di competenza comunale, ma anche nelle superiori». Non solo: il Comune sta valutando anche nuovi servizi: «Questa estate, sul lungomare, nei punti di aggregazione a Capoportiere e Foce Verde, intendiamo fare punti di ritrovo per bambini e ragazzi per l'educazione alla lettura».
An.Ap.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

© RIPRODUZIONE RISERVATA