Beffa per l'Aprilia, Ostiamare pareggia su rigore al 92'

Beffa per l'Aprilia, Ostiamare pareggia su rigore al 92'
di Dario Battisti
3 Minuti di Lettura
Lunedì 29 Novembre 2021, 14:21

APRILIA Primo pareggio interno stagionale per l'Aprilia che non va oltre l'1-1 contro una spigolosa e agguerrita Ostia Mare. Prima parte del match tattico da parte di entrambe le formazioni che oltre a conoscersi e temersi a vicenda devono fare i conti con un campo insidioso, scivoloso e pesante per la grande quantità di pioggia caduta negli ultimi giorni sulla città pontina.


LA PARTITA
L'Aprilia tenta con più convinzione di portare dei pericoli verso la porta ospite. Protagonista Njambe l'uomo biancoceleste che si prende la responsabilità e l'onore di trascinare i compagni all'assalto della porta difesa da Trovato. Le conclusioni dell'attaccante apriliano sono respinte dalla difesa dell'Ostia Mare. Con il passare del tempo la pressione dell'Aprilia costringe i rivali nella propria metà campo. Succi scende con facilità sulla fascia destra e con l'aiuto di Njambe crea pericoli che non si concretizzano per l'ultimo tocco errato. Quasi alla metà della prima frazione il risultato cambia per merito della squadra di mister Giorgio Galluzzo che va in rete con De Crescenzo lesto e bravo a mettere in fondo alla rete un pallone rimasto vacante in area di rigore dell'Ostia Mare dopo l'ennesima tagliente incursione sulla fascia destra. La formazione tirrenica comincia, nel tentativo di recuperare lo svantaggio, a spingersi in avanti arrivando al tiro due volte ma le conclusioni terminano lontano dalla porta di Zappalà. I pontini controllano il match lasciano giocare gli avversari sino alla trequarti quando con un pressing asfissiante annullano pensieri e giocate dei contendenti. Per imprecisioni individuali coniugate ad una dose eccessiva di frenesia capitan Pollace e compagni però gettano al vento due ripartenze che con più lucidità potevano diventare altamente pericolose per l'Ostia Mare.


LA RIPRESA
L'Ostia Mare stringe l'Aprilia nella propria area. Prima Succi e successivamente Zappalà salvano su due tiri ravvicinati di Lorusso. Al 4' il direttore di gara assegna, tra le proteste apriliane, un rigore per atterramento di Mastropietro. Dal dischetto calcia Lorusso ma con un balzo prodigioso il portiere biancoceleste Zappalà intercetta il tiro. Qualche minuto più tardi è ancora Zappalà protagonista respingendo con un ottimo intervento un tiro a botta sicura di Bertoldi. L'Ostia Mare continua a spingere e anche se non riesce a tirare verso lo specchio della porta pontina mantiene in costante tensione il pacchetto difensivo pontino. Nel secondo minuto di recupero dei cinque concessi dall'arbitro Migliorini il numero uno apriliano Zappalà sbaglia l'uscita e ingenuamente e maldestramente atterra Lorusso in area. E' di nuovo rigore. Stavolta tocca a Vasco, subentrato nella ripresa, l'ex dagli undici metri è implacabile regalando il pari all'Ostia Mare.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© RIPRODUZIONE RISERVATA