Acqualatina Lauriola confermato presidente

Acqualatina Lauriola confermato presidente
2 Minuti di Lettura
Sabato 31 Luglio 2021, 05:02

SERVIZI
Il consiglio di amministrazione di Acqualatina ha deliberato sulle cariche societarie confermando il presidente Michele Lauriola (foto) e tutte le cariche restanti, tra cui quella di vice presidente per Ezio Zani e di amministratore delegato per Marco Lombardi. «Cogliamo l'occasione per ringraziare tutti i sindaci che, con l'assemblea dei soci, hanno confermato all'unanimità l'intero consiglio di amministrazione. intervengono Lauriola, Zani e Lombardi. - come riconoscimento del percorso realizzato in un periodo di emergenza sanitaria globale, durante il quale la società ha comunque garantito un servizio essenziale e ha continuato a dare lavoro alla comunità dei dipendenti e di tutta la filiera»
«Questa rinnovata fiducia prosegue il presidente Lauriola - oltre a dare valore al percorso fatto fin qui, ci trasmette un grande senso di responsabilità e uno stimolo a fare sempre meglio, nell'interesse della collettività. Ora guardiamo avanti, per dare un nuovo corso al servizio».
L'impronta di novità di questo nuovo mandato è una forte accelerazione nell'ambito della digitalizzazione e dell'innovazione. «Siamo coscienti che le sfide che ci aspettano sono molte e impegnative - aggiunge Lauriola - Proprio per questo motivo è mia intenzione fondare il nuovo corso aziendale su pilastri importanti come l'innovazione, la sostenibilità ambientale e centralità delle esigenze degli utenti, puntando a un miglioramento costante». A proposito di ambiente, ad esempio, Acqualatina consente ormai da anni grazie ai sistemi di depurazione di conquistare la Bandiera blu praticamente all'intero litorale pontino. «Faremo leva su ogni strumento che possa avvicinarci sempre più ai reali bisogni dei cittadini - conclude il presidente - in modo fattivo e risolutivo, per un servizio sempre più fruibile ed efficiente, facendo leva sulla preziosa collaborazione di tutti gli stakeholder e della più stretta collaborazione con le istituzioni».
© RIPRODUZIONE RISERVATA

© RIPRODUZIONE RISERVATA