Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Violenza di genere, Questura: «Essenziale ogni segnalazione»

Violenza di genere, Questura: «Essenziale ogni segnalazione»
di Laura Pesino
3 Minuti di Lettura
Martedì 8 Marzo 2022, 09:33 - Ultimo aggiornamento: 09:34

 Segnalare sempre qualsiasi episodio di violenza di genere, di maltrattamento o abuso, di lesioni personali gravi o tentate, per dare modo alla questura di intervenire anche in maniera preventiva. E' l'appello forte e chiaro arrivato dal questore di Latina Michele Spina in occasione dell'8 marzo, Giornata internazionale delle donne, che vede le forze di polizia rafforzare l'attività di sensibilizzazione contro i reati di genere anche nell'ambito della campagna Questo non è amore. «La violenza domestica si consuma all'interno delle case si legge in una nota della questura - nel luogo che dovrebbe essere considerato il più sicuro di tutti. E molto spesso le donne sopportano in silenzio le violenze e non denunciano per una serie di ragioni: a volte nella speranza che il tempo cambi le cose, spesso per paura di ritorsioni, per vergogna, per subordinazione psicologica o economica oppure per mantenere la famiglia unita nell'interesse dei figli».

Per questa ragione è importante che chiunque sia a conoscenza di casi di violenza, dai medici del pronto soccorso al personale di polizia giudiziaria fino ai vicini di casa o ai familiari delle vittime, segnali la situazione, anche in forma anonima, alle forze dell'ordine. A coloro che denunciano reati di percosse o lesioni viene garantita un'assoluta riservatezza in modo che nessuno possa conoscere la loro identità. In questo modo si apre la strada che può portare il questore a emettere una specifica misura di prevenzione, quella dell'ammonimento, uno strumento giuridico di natura amministrativa e di competenza esclusiva dell'autorità provinciale di pubblica sicurezza che è stato progressivamente esteso dai casi di stalking anche a quelli di cyber bullismo. Questa misura preventiva peraltro funziona e i responsabili, una volta ammoniti dal questore, il più delle volte interrompono i loro comportamenti violenti, tanto che, secondo uno studio effettuato dalla direzione centrale Anticrimine della polizia, solo il 10% persevera nell'adottare atteggiamenti molesti o abusanti. Accanto alle violenze fisiche e sessuali ci sono poi quelle psicologiche, altrettanto gravi e devastanti, che tendono a destabilizzare e umiliare le vittime. Anche in questi casi, sulla base della segnalazione e dopo una valutazione discrezionale e una rapida istruttoria, se l'istanza si ritiene fondata, il questore procede d'ufficio ad emettere l'ammonimento. La.Pe.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

© RIPRODUZIONE RISERVATA