Medico ciociaro alla guida di un centro di ricerca Usa

Medico ciociaro alla guida di un centro di ricerca Usa
di Matteo Ferazzoli
3 Minuti di Lettura
Venerdì 20 Maggio 2022, 09:08 - Ultimo aggiornamento: 22 Maggio, 15:28

Un'eccellenza nel suo campo. Un vanto per la sua terra, la Ciociaria. Un esempio per i più giovani. A soli 40 anni, il professore Pasquale Santangeli è il nuovo co-direttore dell'Elettrofisiologia e direttore del programma di Ricerca e Terapia delle Tachicardie Ventricolari della Cleveland Clinic, Ohio, uno dei centri medici accademici e degli ospedali più importanti degli Stati Uniti d'America. Un incarico prestigioso, per il ciociaro che, tra l'altro, è anche Cavaliere della Repubblica Italiana. Il professor Santangeli, originario di Patrica, si è specializzato in Cardiologia al Policlinico Gemelli di Roma. Successivamente, nel 2011 è volato negli Stati Uniti, trasferendosi ad Austin al Texas Cardiac Arrhytmia Institute. È stato poi ricercatore sia nell'università californiana Stanford Univesity sia alla Penn University di Philadelphia.

Proprio in questa università ha avuto l'incarico di professore associato e, unitamente, anche di direttore del un programma di Ricerca.
Santangeli si è fatto conoscere anche perché ha effettuato interventi di ablazione, mettendo a punto metodiche utilizzate per la prima volta al mondo. Ma non solo. Perché nel 2018, il ciociaro è stato anche insignito, come detto, con l'onorificenza di Cavaliere della Repubblica per meriti scientifici. È stata la prima volta che il Capo dello Stato ha concesso una onorificenza per lo studio, l'approfondimento e la ricerca in campo medico in Ciociaria. Nel 2021, poi, il professor Santangeli ha ricevuto, insieme ad altri 13 ricercatori di origine italiana, il premio Italian American Medical Award per aver contribuito alla ricerca ed al progresso della medicina negli USA. E adesso, invece, quest'altro importante traguardo raggiunto nella Cleveland Clinic. L'Ordine dei Medici di Frosinone ha sottolineato il formidabile risultato raggiunto da Santangeli, «nella convinzione che possa rappresentare un esempio virtuoso e di speranza per molti nostri giovani che vogliano intraprendere lo studio della Medicina». Un esempio per tutti i ragazzi del territorio, e non solo. Insieme a questo, sempre dall'Ordine dei Medici, ovviamente, al professor Santangeli «che conserva nel cuore la nostra terra ciociara», sono stati dedicati i più affettuosi auguri.
Matteo Ferazzoli
© RIPRODUZIONE RISERVATA

© RIPRODUZIONE RISERVATA