Candidati, ritorni e grandi assenti nelle liste per il capoluogo

Candidati, ritorni e grandi assenti nelle liste per il capoluogo
di Gianpaolo Russo
4 Minuti di Lettura
Domenica 15 Maggio 2022, 09:28 - Ultimo aggiornamento: 09:51

 Ritorni al passato, cambi di casacca, conferme e novità: i 600 candidati al Consiglio comunale di Frosinone sono pronti a sfidarsi sino all'ultimo voto.


I RITORNI
Oltre alla candidatura di Domenico Marzi del Pd, alla sua quarta partecipazione come candidato a sindaco, c'è un altro ex sindaco che si rituffa nell'agone politico: si tratta di Paolo Fanelli, primo cittadino di Frosinone dal 1995 al 1997. L'ortopedico concorrerà nella lista di Fratelli d'Italia. Come candidati a consigliere comunale, tra gli altri, c'è il ritorno di ex consiglieri o assessori comunali come Nives Campanelli nella lista Ottaviani o Francesco Brighindi del Pd. Nella sfida elettorale da segnalare anche la presenza dell'ex consigliere regionale Alessandra Mandarelli nella lista Marzi. A destra c'è il ritorno dell'ex consigliere Fabio Bracaglia. Ritorno anche di Maria Grazia Baldanzi, ex consigliere socialista, e di Andrea Turriziani (ex Pd) oggi entrambi nella lista Marini, e di Ombretta Ceccarelli nella lista Frosinone Capoluogo. C'è poi il ritorno dell'ex assessore all'Urbanistica Fernando Picchi, di quello ai Lavori pubblici Sergio Paris e di ex consiglieri come Daniela Testa e Antonello Galassi.


I CAMBI DI CASACCA
Questa tornata elettorale ha visto molti esponenti politici passare da uno schieramento all'altro. Da destra a sinistra o viceversa. Il cambiamento più discusso che ha animato sinora il dibattito politico locale è senza ombra di dubbio quello del Polo Civico, formazione che fa capo a Gianfranco Pizzutelli, che sino a ieri era al governo con Ottaviani ed oggi a sostegno dell'antagonista Marzi. Anche se alcuni suoi esponenti da tempo si erano distaccati da questa linea, molti sono rimasti al fianco di Pizzutelli come Claudio Caparrelli non nuovo a questo tipo di scelte: per anni vicino ai Verdi a sinistra, poi con il centrodestra e ora torna a sinistra. L'altro passaggio più clamoroso è stato quello del consigliere uscente Christian Bellincampi eletto nelle file del M5S, poi indipendente, ora finito nella lista di Fratelli d'Italia. Altro colpo di scena si è registrato con il passaggio del responsabile di Articolo 1 (partito di estrema sinistra) del territorio, Gaetano Ambrosiano, nella lista Mastrangeli di centrodestra. Clamoroso anche il passaggio del medico Carlo Gagliardi, da sempre nelle file del centrodestra, oggi nella lista Marzi. Infine Alessandra Sardellitti che dal Pd passa ad Azione.


I GRANDI ASSENTI
Tanti gli esponenti politici che, pur essendo della partita, non parteciperanno in prima persona. Dal capogruppo della Lega, Danilo Magliocchetti, al segretario cittadino di FdI, Fabio Tagliaferri, al leader della lista per Frosinone e assessore uscente, Antonio Scaccia, ai consiglieri uscenti Giovan Battista Mansueto, Francesco Trina, Achille Campoli, Riccardo Masecchia, Thaira Mangiapelo, Igino Guglielmi, Marco Mastronardi, Fabiana Scasseddu. Assente, tra i big, anche Michele Marini che parteciperà con la sua lista ma non in prima persona. Diverse le novità da destra a sinistra. Come candidati a sindaco per la prima volta si registrano le partecipazioni di Vicano, ex consigliere comunale, del socialista Iacovissi, del civico Cosimato. Da segnalare che con FdI c'è l'ex sindaco di Torrice, Alessia Savo, che l'ex sindaco di Patrica Stefano Belli è con Frosinone Capoluogo, Anselmo Pizzutelli presidente del comitato Scalo nella lista Mastrangeli, Giovambattista Martino e Teresa Petricca dell'associazione Medici per l'ambiente nella lista Ottaviani, l'ex presidente della Confesercenti, Antonio Bottini, con la lista Marzi, l'ex direttore del Conservatorio Raffaele Ramunto con la lista Ottaviani.
Gianpaolo Russo
© RIPRODUZIONE RISERVATA

© RIPRODUZIONE RISERVATA