Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Covid, boom di contagi e aumentano anche i ricoveri

Covid, boom di contagi e aumentano anche i ricoveri
2 Minuti di Lettura
Mercoledì 29 Giugno 2022, 08:59

Covid-19, boom di contagi in Ciociaria. Nella giornata di ieri sono stati 868 su 2.913 tamponi eseguiti lunedì.
Il rapporto tra positivi e tamponi è stato del 29,7 percento, ben oltre la media regionale, ferma al 23,7 per cento. Nelle 24 ore precedenti c'erano stati 66 casi su 276 tamponi: il rapporto si era attestato al 23,9 percento.


La mappa dei nuovi casi, suddivisa per territorio, è stata la seguente: Cassino 98; Ceccano 80; Frosinone 60; Ferentino 48; Alatri 45; Paliano 36; Monte San Giovanni Campano 35; Veroli 34; Anagni e Fiuggi 25; Boville Ernica 23; Ceprano e Sora 21; Isola del Liri 18; Piedimonte San Germano 16; Ripi 14; Aquino 13; Cervaro, Roccasecca e Supino 12; Piglio e Pontecorvo 11: Amaseno 10. I negativizzati sono stati 442 e non ci sono stati decessi. Sale anche il numero dei ricoverati: nella giornata in totale 26. Numeri decisamente in aumento se rapportati a martedì scorso, quando i positivi erano stati 556. Già la settimana scorsa c'era stato un aumento considerevole dei contagi: dal 13 al 18 giugno c'erano stati 1.467; dal 20 al 25 giugno il totale dei casi è stato di 2.189.
Numeri più alti degli ultimi tre mesi, non solo in Ciociaria, ma nell'intera regione Lazio, dove ieri 5.954 tamponi molecolari e 41.076 tamponi antigenici per un totale di 47.030 tamponi, sono stati registrati 11.171 nuovi casi positivi (più 7.548), 5 decessi, 588 ricoverati, 51 le terapie intensive e 8.530 i guariti. Il rapporto tra positivi e tamponi è al 23,7 per cento.
L'APPELLO
«E' il dato più' alto dal 29 marzo scorso. Rinnovo l'appello a over 80 a fare la quarta dose, all'utilizzo della mascherina dove non e' possibile mantenere il corretto distanziamento e ad aumentare la copertura con anticorpi monoclonali e antivirali», sono state le parole dell'assessore regionale alla Sanità Alessio D'Amato. Un invito, dunque, alla vaccinazione delle persone fragili, le più esposte alla pandemia.
Vincenzo Caramadre
© RIPRODUZIONE RISERVATA

© RIPRODUZIONE RISERVATA