Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Bimbi picchiati e umiliati dalla maestra, accuse confermate in aula

Bimbi picchiati e umiliati dalla maestra, accuse confermate in aula
di Emiliano Papillo
3 Minuti di Lettura
Sabato 11 Giugno 2022, 08:12 - Ultimo aggiornamento: 08:14

Una maestra 45enne di Frosinone è finita sotto processo con l'accusa di maltrattamenti nei confronti dei bimbi di una scuola materna nella parte bassa di Ferentino. Ad accusarla quattro mamme di bambini di una classe dove insegnava. I fatti tra il 2018 ed il 2019. Secondo le accuse la donna malmenava, minacciava ed insultava i bimbi di 5-6 anni costringendoli a vere e proprie vessazioni. L'altro giorno le quattro donne sono comparse in Tribunale per essere ascoltate. La prossima udienza ci sarà ad ottobre, alla presenza della maestra (che si è sempre dichiarata estranea ai fatti), di una sua collaboratrice, di una maestra di sostegno e della dirigente scolastica. Tutto è partito come detto nel 2018. Sono le stesse mamme ad aver ripercorso la storia. «Siamo venute a conoscenza di comportamenti poco adeguati da parte dell'insegnante di Frosinone che in un caso avrebbe anche preso a schiaffi davanti a tutti un bimbo. In un secondo caso sempre, la maestra avrebbe anche fatto scendere i pantaloni a due bimbi rimasti in mutande e minacciati. Inoltre parole denigratorie, volgari ed urla che avevano creato nei bimbi disagi e paure».


Le mamme avevano chiesto un confronto alla maestra che però lo avrebbe negato. «A quel punto, abbiamo fatto trascorrere un po' di tempo, ci sono stati altri episodi e dopo il racconto impaurito dei nostri figli, il 24 novembre 2018 ci siamo recati dai carabinieri di Ferentino per sporgere denuncia». I militari hanno deciso di posizionare all'interno della scuola delle telecamere che potessero riprendere i gesti e le minacce della maestra. Hanno ripreso il tutto dal 13 dicembre 2018 fino al 21 febbraio 2019. Inequivocabilmente. La donna è stata denunciata e poi rinviata a giudizio. «Nel frattempo- raccontano le mamme, una nostra figlia l'abbiamo trasferita in altra scuola mentre tre bimbi sono rimasti nello stesso istituto. Conseguentemente alla denuncia, la maestra ha cambiato anch'essa scuola. I nostri bimbi sono finiti sotto le cure di una psicologa della Asl. Nel periodo che è stato preso in considerazione dai carabinieri per le indagini, mostravano segni di insofferenza e paure. Non volevano andare a scuola ed avevano paura a restare soli. La mattina in alcuni casi addirittura vomitavano prima di entrare in classe. Un danno psicologico non indifferente». Dal canto suo la maestra come detto ha sempre negato ogni addebito. Il suo legale ha incalzato le mamme con diverse domande alle quali hanno risposto confermando la prima versione dei fatti fornita ai carabinieri di Ferentino.
Emiliano Papillo
© RIPRODUZIONE RISERVATA

© RIPRODUZIONE RISERVATA