Perde la voce il giorno del terremoto di Amatrice, la ritrova due anni dopo grazie al compito in classe

di Mario Bergamini e Italo Carmignani
RIETI Serena ha quindici anni, il cuore grande e gentile di sua nonna. Per un anno, tre mesi e due giorni è rimasta impenetrabile, chiusa nel suo mondo. Come accade nelle fiabe, ora il suo guscio si è aperto. Un piccolo miracolo arrivato attraverso la stesura di un tema, grazie al quale è tornata a parlare. Il suo silenzio durava dalla notte del 24 agosto 2016 in cui la terra inghiottì 298 persone nel delirio misurato con i gradi dalla scala Mercalli. Anche lei avrebbe voluto morire. Ma tra le alture di Amatrice,...
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
SCOPRI LA PROMO



Luned├Č 20 Agosto 2018 - Ultimo aggiornamento: 21-08-2018 18:26

© RIPRODUZIONE RISERVATA

COMMENTA LA NOTIZIA
2 di 2 commenti presenti
2018-08-20 07:32:52
poi ne uscira' un libro, poi opitate tv, poi..........
2018-08-20 23:43:14
che commento squallido e fuori luogo.
2
  • 27
QUICKMAP