Nella settimana del Royal Wedding: ecco il dizionario della bella Meghan

Lunedì 14 Maggio 2018 di Katia Ippaso
1
Che lo si voglia o no, le vite dei reali d’Inghilterra continuano a nutrire il bisogno antico di favole. La sola parola “principessa” accende una fantasia d’infanzia, anche tra gli adulti. Se poi questa parolina magica si combina con “matrimonio”, non c’è via di scampo.

Sarà desiderio d’evasione, sospensione momentanea della fatica del vivere, attrazione morbosa, sta di fatto che persino i più snob distratti alla fine non resistono a sbirciare dietro le quinte dell’evento mondano-regale più atteso: il 19 maggio il principe Henry d’Inghilterra, 33 anni, quinto in discendenza regale, sposerà Rachel Meghan Markle, 36. Tutto avverrà nella Cappella di San Giorgio nel Castello di Windsor della regina Elisabetta II, 34 chilometri a ovest di Londra, a mezzogiorno ora locale. Ad officiare la cerimonia religiosa sarà l’Arcivescovo di Canterbury, Justin Welby.

Molti, però, ancora si chiedono: da dove è uscita fuori questa signorina di sangue misto nata a Los Angeles, discreta attrice tv, poi attivista per i diritti delle donne e dei neri? 
Qualche risposta arriva da uno che la sa lunga: Andrew Morton, autore della celebre biografia su Lady D (La vera storia dalle sue parole), e ora di Meghan, la sua vera storia (Piemme, pp.281), libro ricco di documenti, dettagli e curiosità sulla vita e il carattere della futura principessa. Ecco una selezione.

Ambizione
Bella e spigliata, Rachel Meghan Markle da bambina faceva davanti allo specchio le prove per il discorso di ringraziamento dell’Oscar. Reginetta del ballo del liceo St. Francis, in prima linea nelle recite scolastiche, da ragazza per qualche tempo andò in giro con una valigetta piena di vestiti sexy in caso di un provino improvviso. 

Baci
Scrive Morton: «Aveva interpretato ruoli in cui sniffava cocaina, faceva sesso orale e insegnava lo spogliarello alle casalinghe: di quali altri credenziali poteva aver bisogno per aggiudicarsi un appassionato bacio cinematografico con l’ex tossico, comico e star del cinema inglese Russell Brand?».

Carboidrati
Nota per le sue vacanze a base di «carboidrati a volontà», «nei primi mesi della relazione con Harry il suo blog traboccava di ricette: fonduta di zucca, zuppa di broccoli piccanti, pere cotte con creme all’arancia, biscotti all’avena e cioccolata calda con vino rosso».

Divorzio
«Un attimo prima andavamo d’amore e d’accordo, un attimo dopo mi trattò come spazzatura»: Trevor Engelson, primo marito di Meghan. Un conoscente della coppia testimoniò che, per restituire il diamante di fidanzamento e la fede di nozze, Meghan fosse ricorsa alla posta raccomandata.

Educazione
Studia Letteratura Inglese e Relazioni Internazionale alla Northwestern University. Sono finiti i tempi d’oro nella multiculturale Los Angeles. A Chicago Meghan deve farsi strada in un mondo di bianchi.

Fiore
È il soprannome di Meghan nella sua casa d’origine. Appena nata, il padre la ribattezza così: Flower. 

Giro d’affari
Una sposa da un miliardo di dollari: è la valutazione economica di Meghan principessa.

Harry 
«Harry ti presento Meghan»: pare che l’incontro sia stato organizzato dalla pr di Ralph Lauren, Violet von Westenboltz. Al loro primo appuntamento al buio, nel luglio del 2016, «fu colpo di fulmine, proprio come al cinema». 

Identità
Nonostante la fama come attrice sia arrivata proprio da Suits, forte della sua nuova relazione e della sua diversa fama, Meghan protesta contro il sessismo della serie. La produzione fa scomparire subito i siparietti in cui il suo personaggio, Rachel Zane, viene inquadrato fuori dalla doccia con un minuscolo asciugamano.

Londra
Le prime notizie sulla nuova conquista del principe scatenano la Londra più conservatrice. «Harry rischia di impantanarsi con una famiglia di gangster: la ragazza è nata in uno dei peggiori quartieri di Los Angeles», scrive Rachel Johnson, sorella di Boris Johnson, ministro degli Esteri.

Moda
Nel 2016 crea una propria linea di moda. «I primi capi della Meghan Markle Collection avevano quattro personalità ben distinte: Soirée, Appuntamento Romantico, il maxi-abito Tramonto e un tubino bianco».

Nascita
Il 4 agosto 1981, alle ore 4.46 del mattino, l’ostetrica del West Park Hospital di Canoga Park, Pasadena, annunciò che Doria aveva dato alla luce una splendida bambina: Rachel Meghan Markle. Segno zodiacale, Leone.

Ossessione
«Parlammo di uomini, e in particolare del suo spiccato interesse per gli inglesi di un certo, ehm… rango» (Katie Hind sul Mail on Sunday). Era il 2013. Meghan non aveva ancora conosciuto Harry. In compenso aveva già avuto un padre, uno zio, un fratellastro e un marito dai capelli rossi.

Passioni
Vino italiano, cibo, hockey. E poi moda, auto, party, cinema, spiagge, rock’n’roll...

Queen Elisabeth
La regina Elisabetta aveva detto no al matrimonio di sua sorella Margaret con Peter Townsend, perché lui era divorziato. Anche Meghan aveva avuto un marito. Prima di presentarla all’amata nonna, Harry era preoccupato. Ma i tempi cambiano e la Regina accoglie la donna con un sorriso. Stavolta è sì.

Razze
Figlia di Doria Ragland, afroamericana di Los Angeles, e di un bianco della Pennsylvania, «la sua pelle la rendeva, agli occhi dei neri, troppo bianca, e per i bianchi, troppo nera. Eppure non le sfuggiva il paradosso, in positivo, di quelle duplici radici».

Sorellastre
La sorellastra Samantha stava scrivendo Il Diario di una principessa arrogante, in cui denunciava l’egoismo e l’arrivismo dell’odiata Flower, figlia dello stesso padre e di madre differente. Ma poi, di fronte al pentimento “sincero” di Meghan in tv, cambia idea. Il nuovo titolo del libro sarà: Storia di due sorelle.

Trump
Meghan si era schierata con Hillary Clinton, manifestando tutto il suo disprezzo per l’uomo. Harry l’ha definito «mostruoso». Ma come non invitare Donald Trump al ricevimento regale?

United Nations
«Tutti i messaggi inviati al suo sito The Tig arrivavano direttamente alla sua email, e mentre li scorreva, un mittente attirò la sua attenzione: l’Onu le proponeva di partecipare a una nuova campagna per la parità di genere, HeforShe». È l’inizio di una nuova vita che la porta a girare il mondo come attivista dei diritti delle donne.

Valigina n.24
In America, nel 2006, in tv impazzava il quiz Deal or not Deal in cui i concorrenti dovevano scegliere tra 26 valigine contenenti una somma di danaro ignota. 26 ragazze mezze nude e sorridenti dovevano portare le valigine. Meghan entrò nel programma come “valigina di scorta”, ma venne subito promossa a “valigina numero 24”.

Windsor
Alla fine anche il Times ha battezzato l’unione: «Il glamour assoluto sprigionato da Meghan sposa Hollywood alla casa di Windsor».

Xenofobia
 «È nera e ha un cervello piccolo. Contaminerà la razza reale». Lo ha scritto 5 mesi fa in un sms Jo Marney, compagna di Henry Bolton, leader dell’Ukip. Bolton, poi, lascerà Marney.

Yes 
Non c’è dubbio: il 19 maggio, alle 12.30 circa, Meghan dirà “Yes” al suo Harry. O no?

Zitta
Per adeguarsi alle regole della Corte, la futura principessa ha disattivato tutti i profili online. In un sol giorno ha perso così un milione di followers su Instagram, 350.000 su Twitter e 800.000 seguaci sulla bacheca di Facebook.
  Ultimo aggiornamento: 10:30 © RIPRODUZIONE RISERVATA