Asili nido, fuori 4 bambini su 5: strutture insufficienti per accogliere tutti

di Lorena Loiacono
Fanno la conta per entrare al nido, i bambini sotto i tre anni, ma ne restano fuori 4 su 5. In Italia infatti un posto all’asilo vale oro: ne gode solo il 22,8% dei bambini da zero a tre anni, divisi per metà tra strutture pubbliche e private, a costi da capogiro. Tutti gli altri restano a casa. Con buona pace delle famiglie alle prese con liste d’attesa infinite e, quando i posti ci sono, spesso la spesa è altissima. A tirare le somme della situazione attuale nelle diverse regioni italiane è il il focus...
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
SCOPRI LA PROMO



Mercoledì 29 Agosto 2018 - Ultimo aggiornamento: 31-08-2018 08:40

© RIPRODUZIONE RISERVATA

COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 7 commenti presenti
2018-08-29 13:21:46
Nascite in calo ma asili pieni? Pieni di immigrati!
2018-08-29 12:44:07
Fuori 4 su 5 ? Strutture insufficienti ? Direi inesistenti...
2018-08-29 12:01:54
fermi tutti, vengono prima l' immingrati.
2018-08-29 11:26:49
Certo, perchè si dà la priorità ai figli degli immigrati, dei Rom e dei vari stranieri.....
2018-08-29 12:42:29
Ovvio. Perche' secondo l'approccio demokratiko privilegi chi ha un reddito (dichiarato) basso. Nullafacenti, nullatenenti (e nulladichiaranti) hanno diritto al posto all'asilo, anche se hanno TUTTO il tempo per badare ai bambini. Due operai che ne avrebbero bisogno per poter lavorare sono invece dei RICCHI che si DEVONO pagare l'asilo privato (se non hanno nonni o altre soluzioni). Ci sono madri che hanno preferito licenziarsi: se guadagnano 7-800 euro/mese e ne devono pagare piu' di meta' per l'asilo, meglio badare ai figli. italia
7
  • 137
QUICKMAP