Sindaco, dopo anni turbolenti Cisterna in cerca di stabilità: la sfida Mantini-Merolla

Sindaco, dopo anni turbolenti Cisterna in cerca di stabilità: la sfida Mantini-Merolla
di Daniele Ronci
3 Minuti di Lettura
Domenica 17 Ottobre 2021, 12:37

Oggi e domani la città è chiamata alle urne per decretare il vincitore del ballottaggio nello scontro finale tra Valentino Mantini e Antonello Merolla. La sfida perfetta, in campo i due schieramenti che rappresentano un centrodestra unito, dopo l'adesione di una Lega, uscita sconfitta al primo turno e il confermato gruppo di centrosinistra. Gli elettori tornano a votare dopo due settimane, Valentino Mantini parte in vantaggio, forte delle 6.788 preferenze, attestandosi al 37,07%, mentre lo sfidante, Antonello Merolla, ha incassato 6.567 voti, raggiungendo il 35,87%. Numeri legati a una percentuale di affluenza del 66,04% che evidenzia un tasso di assenteismo molto alto.
LA MAPPA DEL VOTO
L'elettorato è distribuito su 33 sezioni dislocate sull'ampio territorio comunale della città dei butteri, il più ampio della provincia di Latina. Al primo turno, la sezione in cui si è votato di più è stat la 28, quella della scuola materna Marcucci nel quartiere San Valentino, che con il 75,42% è molto al di sopra della media, a differenza della sezione 2, centralissima scuola elementare Giovanni Cena, dove si sono presentati alle urne la metà degli aventi diritto: il 55,12%. Dopo lo scrutinio, nella conta delle sezioni con più preferenze, Mantini ha primeggiato in 20, mentre Merolla si è fermato a 11. Perfetta parità in due sezioni. I due sfidanti hanno incassato 282 voti a testa nella sezione 27, scuola elementare Dante Monda in centro, mentre alla sezione 29, presso la scuola elementare Cambellotti a san Valentino, hanno pareggiato con 111 preferenze.
Numeri che se confrontati con le passate tornate elettorali vengono confermati per il dato relativo all'affluenza totale, nel 2018 le percentuali di votanti si fermò al 67,76%, poi si tornò al voto in 4 sezioni, convalidando la vittoria del sindaco Mauro Carturan al primo turno. Nel 2014, fu necessario il ballottaggio, si recò alle urne il 78,55% degli aventi diritto, la scelta era tra Carturan, 7.212 voti al primo turno, ed Eleonora Della Penna, 5.034 preferenze. Scenario capovolto con l'elezione della prima donna sindaco della città di Cisterna.
IPOTESI DI CONSIGLIO
Tornando al presente il ballottaggio determinerà anche l'assetto in consiglio comunale tra i consiglieri di maggioranza e opposizione a seconda se sarà sindaco Merolla o Mantini. Tante le riconferme, ma anche qualche new entry. Valentino Mantini in caso di vittoria guadagnerà 14 seggi, 7 seggi all'opposizione. In maggioranza Gloria Pesce, Renio Monti, Maria Renè Carturan e Piero Paliani per Conosco Cisterna; per il Pd, Andrea Santilli, Aura Contarino e Giovanni Santelli, mentre Stefano Caianello, Francesco Maggiacomo e Mascia Cicchitti saranno consiglieri per Sempre Cisterna; Maria Innamorato e Gerardo Melchionna per l'omonima lista e per il Movimento 5 Stelle confermati Marco Capuzzo ed Elio Sarracino.
Con la vittoria di Antonello Merolla saranno eletti consiglieri di maggioranza per Fdi: Vittorio Sambucci, Federica Agostini, Simonetta Antenucci, Carlo Cavazzina e Giuseppe Daniele. Per la lista Cisterna Città, Marco Squicquaro, Giorgia Zappaterreni e Andrea Tagliaferro, mentre Forza Italia sarà rappresentata da Gino Cece ed Alberto Filippi; Viviamo Cisterna di nuovo con Gianluca Del Prete e Martina Poli, Luigi Iazzetta per l'Udc e Federico Marfoli per Cisterna Comune a questi si dovrebbero aggiungere Di Cori, Felicetti e Ferraiuolo della Lega e Leoni della lista Prima Cisterna.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© RIPRODUZIONE RISERVATA