Covid, diecimila nuovi casi da inizio anno e altri 3 morti

Covid, diecimila nuovi casi da inizio anno e altri 3 morti
di Laura Pesino
3 Minuti di Lettura
Martedì 11 Gennaio 2022, 05:02 - Ultimo aggiornamento: 16:28

Poco meno di 10mila contagi in appena 10 giorni dall'inizio del mese, una media di mille al giorno. Gli ultimi 835 (a cui se ne aggiungono altri 47 di residenti fuori provincia) sono stati accertati su circa mille test della Asl e 1700 eseguiti dalle farmacie e riportati sul bollettino della Asl di ieri che segnala anche tre morti che allungano ancora la lista delle vittime. Nel dettaglio, sale a quota 257 il numero di casi scoperti a Latina ed è tre cifre il dato di Aprilia, che conta 108 positività. Altri 88 casi sono a Fondi, 51 a Formia, 41 a Terracina, 37 a Minturno, 34 a Cisterna, 26 a Sabaudia e 25 a Cori, 20 a Gaeta, 18 a Sezze, 16 a Pontinia, 13 a Sermoneta, 10 nei comuni di Itri, Ponza e Priverno, nove a Monte San Biagio e altrettanti a Santi Cosma e Damiano, otto a Castelforte, Norma e San Felice, sei nei comuni di Lenola, Maenza e Spigno Saturnia, tre a Rocca Massima, uno infine a Bassiano, Roccagorga e Sperlonga.


Ricoveri a parte, i cittadini positivi che si trovano attualmente in isolamento domiciliare salgono a 16.750 mentre altre 17mila persone sono in quarantena preventiva. Sono tre i comuni che registrano poi nuove vittime del covid: a perdere la vita un paziente di 93 anni di Fondi che non era stato vaccinato e poi due donne, di 85 e 65 anni, rispettivamente di Priverno e Latina, per le quali non è stato possibile conoscere lo stato di vaccinazione. I decessi salgono così a quota 707 dall'inizio della pandemia ad oggi e a 11 dall'inizio del mese di gennaio. Nessuna nuova guarigione è stata inoltre riportata sul bollettino della Asl mentre sono stati due i ricoveri al Goretti e altri quattro i pazienti trasferiti verso altri ospedali della Capitale. Le vaccinazioni sono state infine, nella sola giornata di domenica, 4.624 di cui 642 prime dosi, 754 seconde, 3.228 dosi booster.

Nel Lazio invece complessivamente 52mila, l'83% in più rispetto a quelle previste nel target commissariale. E ora la Regione annuncia il 25% in più di slot disponibili sia per la fascia 5-11 anni che per quella over 12, mentre grazie a un accordo con l'università e l'Ordine delle professioni infermieristiche gli studenti iscritti al terzo anno dei corsi di laurea in Infermieristica e Infermieristica pediatrica svolgeranno un'attività di tirocinio negli hub vaccinali e nei centri per l'esecuzione dei tamponi, supportando dunque il lavoro degli operatori della Asl.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© RIPRODUZIONE RISERVATA