Cyber & Security Academy di Leonardo: conoscere è proteggere

Leonardo
Contenuto a cura di Piemme Brand Lab in collaborazione con LEONARDO SPA

Mai come in questo periodo il tema della cyber security è stato così rilevante e urgente. Oltre alla particolare contingenza storica, oggi il mondo digitale e il mondo fisico sono sempre più strettamente interconnessi, a partire dalla loro sicurezza. Per questo motivo gli effetti degli attacchi cyber non si esauriscono nel web o nei sistemi informatici di un’azienda o di un’organizzazione, ma hanno conseguenze sulla vita reale delle persone. Per Leonardo, tra i principali protagonisti mondiali nel settore aerospazio, difesa e sicurezza, per vincere le sfide della cyber security occorre saper prevenire e gestire gli attacchi, ma fondamentale sono anche formazione e sviluppo delle competenze. Per questo è nata la Cyber & Security Academy.

Lo scenario in Italia e nel mondo
L’Italia è il terzo Paese più colpito al mondo dagli attacchi ransomware, ovvero quel tipo di malware che limita l'accesso del dispositivo infettato, richiedendo un riscatto da pagare per rimuovere la limitazione.
Secondo il rapporto Clusit 2022, nel 2021 i cyber attacchi nel mondo sono aumentati del 10% rispetto all’anno precedente e sono sempre più gravi. Si sono registrati infatti 2049 attacchi gravi nel mondo, con un costo globale di 6 trilioni di dollari.
La crisi ucraina ha poi dimostrato che lo spazio cibernetico è ormai a tutti gli effetti un nuovo campo di battaglia, con le reti cibernetiche teatro di una “guerra digitale” in cui si confrontano collettivi hacker, specialisti dei servizi segreti e strutture di difesa degli Stati.
Governi, ministeri, banche, industrie, trasporti, energia, sistemi spaziali, media: gli obiettivi sono e possono essere numerosi, con il rischio di gravi ripercussioni nella gestione delle attività di un Paese e nell’erogazione di servizi essenziali ai cittadini.

 


Promuovere la cultura della sicurezza
In questo scenario diventa sempre più importante per l’Europa e per il nostro Paese sviluppare quelle capacità necessarie ad affrontare le sfide in continua evoluzione della cyber security. Per proteggere ecosistemi digitali e infrastrutture strategiche non sono sufficienti procedure e tecnologie, anche perché l’85% delle violazioni cyber è determinato dall’errore umano. Secondo le stime dell’Agenzia Nazionale per la Cybersicurezza Nazionale, in Italia occorrono oggi almeno 100.000 nuovi esperti di sicurezza informatica, mentre per il World Economic Forum (The Global Risks Report 2022) è di 3 milioni il gap di professionisti della sicurezza nel mondo. Una sicurezza che può essere rafforzata attraverso un’intensa attività di prevenzione, ma soprattutto di formazione.
 

Cyber & Security Academy di Leonardo
Per rispondere a queste esigenze nasce la nuova Cyber & Security Academy di Leonardo: un polo di alta formazione per garantire a Pubblica Amministrazione, Difesa, infrastrutture critiche e imprese le competenze e le capacità necessarie per supportare la transizione digitale e fronteggiare le minacce alla sicurezza nazionale ed europea. L’obiettivo della nuova iniziativa dell’azienda, già partner tecnologico per la cyber security di organizzazioni nazionali e internazionali (tra i clienti la NATO e l’Agenzia Spaziale Europea, solo per fare degli esempi), è quello di fare sistema con tutti gli stakeholder che a vari livelli si occupano di sicurezza, per sviluppare e aggiornare le competenze degli operatori che ogni giorno si occupano della prevenzione, del rilevamento, della risposta e della gestione di incidenti e attacchi informatici.

Con sede principale a Genova e capacità di erogare corsi e seminari in Italia e all'estero, la Cyber & Security Academy di Leonardo è caratterizzata da un’offerta formativa di tipo “hands-on”: concreta, immersiva, basata sulla simulazione dei contesti operativi reali, per sperimentare tecniche di attacco, difesa e gestione degli incidenti.

 


Il nuovo polo formativo può contare su un corpo docenti composto da professionisti nei domini di sicurezza critici, facendo leva sulla collaborazione con mondo accademico, centri di eccellenza, istituzioni e imprese e, soprattutto, sull’esperienza acquisita sul campo dagli specialisti di Leonardo affrontando quotidianamente minacce particolarmente sofisticate nei domini più strategici e proteggendo infrastrutture critiche in tutto il mondo. Sono oltre 7.000 le reti e 100.000 gli utenti cyber-protetti dall’azienda in 130 Paesi. Solo in Italia, Leonardo monitora circa 115.000 eventi di sicurezza al secondo e gestisce oltre 1.800 allarmi cyber al giorno.

Un gioco molto serio
Il cuore tecnologico della Cyber & Security Academy è costituito da piattaforme proprietarie di Leonardo, cioè Cyber Range e Cyber Trainer. Entrambe progettate secondo i principi della gamification, che sfrutta le meccaniche simili a quelli dei giochi, come assegnazione di obiettivi e conseguimento di ricompense, queste piattaforme fanno leva su virtualizzazione e interoperabilità per simulare scenari operativi immersivi complessi in cui mettere in pratica le conoscenze acquisite: questo avviene con l'ausilio di gemelli digitali (digital twin) di reti, sistemi e applicazioni da proteggere, oltre che di minacce e tool per attacco e difesa. Queste piattaforme di Leonardo sono in grado di supportare esercitazioni con gemelli digitali di migliaia di nodi e centinaia di reti, simulando fino a 5 scenari complessi in contemporanea, con team multipli e decine di utenti per squadra.

Per saperne di più clicca qui
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA