Paura a Ladispoli, deltaplano ammara a Palo Laziale

Martedì 30 Giugno 2020 di di Emanuele Rossi
Il deltaplano recuperato dal trattore

Ammaraggio di un deltaplano a Ladispoli, tanta paura ma lievi ferite per il pilota. L’impatto con l’acqua ieri sera intorno alle 20.45, di fronte al lussuoso hotel La Posta Vecchia, nella zona di Palo. ll personale della Guardia Costiera di Ladispoli, sotto il coordinamento della Sala operativa della Capitaneria di porto di Civitavecchia, ha tratto in salvo l’uomo, un 67enne romano.

E’ stato il custode della struttura a notare il deltaplano in difficoltà in procinto di precipitare in prossimità della costa, da un’altezza di almeno 50 metri, e allertare la Guardia Costiera intervenuta con una motovedetta. Ed effettivamente il mezzo è poi caduto a circa dieci metri dalla costa, forse perché improvvisamente si è spento il motore. I marinai hanno raggiunto il punto esatto indicato dal testimone provvedendo a soccorrere il malcapitato che, dotato di casco protettivo e giubbotto di salvataggio, ha riportato delle escoriazioni superficiali. Non è stato necessario nemmeno il ricovero in ospedale.  

L’autorità marittima non ha riscontrato alcuna forma di inquinamento da idrocarburi o di altra natura. Il deltaplano ammarato a poca distanza dalla riva, su un fondale di circa 3 metri, è stato recuperato questa mattina a spese del pilota. Sul posto oltre alla Capitaneria, anche la Polizia locale e i volontari della Protezione civile. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA