Londra, Bolt contro Carl Lewis
«Non ho più nessun rispetto per lui»

Venerd├Č 10 Agosto 2012
Usain Bolt

LONDRA - Usain Bolt contro Carl Lewis: non in una finale dei 100 metri ma nella polemica tra i due pi¨ grandi sprinter della storia. ┬źHo perso ogni rispetto┬╗ verso Lewis, ha detto il quattro volte olimpionico durante la lunghissima conferenza stampa finita a notte inoltrata. Motivo della polemica una recente intervista del “figlio del vento alla rivista Sports Illustrated in cui Lewis avanza dubbi sulle performance dei velocisti giamaicani (┬źmi chiedo come si possa correre un anno in 10.3 e l'anno successivo in 9.69┬╗).

Dopo aver espresso la sua ammirazione per l'americano Jesse Owens, quattro volte campione olimpico dei Giochi del 1936 e per Michael Johnson (┬źsono cresciuto guardandolo battere record su record┬╗), Bolt ha risposto polemicamente alle insinuazioni: ┬źVorrei dire qualcosa a Carl Lewis - ha chiosato - Ho perso ogni rispetto per lui, tutto il rispetto. Il doping ├Ę una cosa seria e avanzare dubbi su un atleta mi fa davvero rabbia. Penso che lui voglia solo attirare l'attenzione su di s├ę perch├Ę si non parla pi├╣ di lui┬╗, ha concluso il giamaicano.

Lewis aveva affermato che ┬źPaesi come la Giamaica non hanno un programma per controlli a sorpresa, quindi i loro atleti possono rimanere mesi senza essere controllati┬╗. Alla richiesta di commentare la vicenda anche nella veste di ex atleta e campione olimpico, il presidente del Comitato organizzatore dei Giochi, Sebastian Coe, ha detto che la sua stima per Bolt e Lewis ┬źrimane immutata┬╗. ┬źEntrambi - ha aggiunto - hanno fatto molto per la globalizzazione dello sport, e Carl rimane una figura gigantesca┬╗.

Ultimo aggiornamento: 11 Agosto, 10:15 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

L'approfondimento di oggi