La Costituzione è "un libro di m...". Esposto contro il prof dell'alberghiero

Venerdì 19 Aprile 2019
Sebastiano Sartori
VENEZIA - Post xenofobi su Facebook e insulti, sempre ai social, alla Costituzione definia «un libro di merda». Poi frasi di apprezzamento per Himmler e Goering. Tutto scritto da un docente di Storia dell'Arte di un istituto alberghiero di Mestre, Sebastiano Sartori, già segretario veneto di Forza Nuova. A denunciarlo un gruppo di genitori che ha fatto un esposto alla direzione scolastica e alla procura, chiedendo, tra l'altro, la rimozione dall'insegnamento.

Accade all'istituto all'alberghiero Barbarigo di Mestre dove l'insegnate di Storia dell'Arte si è lasciato andare ad insulti piuttosto forti su Fb contro i cardini istituzionali, travolgendo anche la Costituzione definendola «un libro di merda». E inneggiando, come riferiscono i giornali locali, a «campi di concentramento in Libia», con parole di ammirazione per Goering e Himmler e via dicendo. Sartori non è nuovo a simili pensieri sul suo profilo Fb, tanto che già nel 2015, era stato oggetto di una segnalazione all'ufficio scolastico veneziano da parte del Coordinamento studenti Medi per il suo inneggiare «alla violenza e all'odio razziale». E ancor prima, nel 2013, è stato denunciato per aver esternato la sua simpatia al Ku Klux Klan, fatto questo di cui è stato però assolto dalla magistratura. Ora sono i genitori, che hanno i propri figli nella classe dove insegna Sartori a chiedere, tra l'altro, provvedimenti disciplinari, preoccupati dagli atteggiamenti del docente che «inneggia al razzismo, alla guerra, all' intolleranza, al fascismo e a quanto di peggiore ci possa essere». «Si sono prese le misure dettate dalle norme», ha replicato la preside della scuola sulla vicenda.
Ultimo aggiornamento: 20 Aprile, 18:04 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

La Roma di Max Pezzali: questa città è difficile, ma ci vivrei

di Mauro Evangelisti

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma