Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Rincari bollette: aumenti del 700% per Bottega, marchio storico del Prosecco. «Pari a 600.000 euro in più»

Prosecco Bottega
2 Minuti di Lettura
Martedì 8 Febbraio 2022, 11:46 - Ultimo aggiornamento: 9 Febbraio, 08:50

TREVISO - Il costo dell'energia colpisce anche la produzione del Prosecco con un aumento, per l'azienda Bottega, marchio storico del Prosecco, del 700% del prezzo. «Nella nostra azienda si è passati da un costo mensile dell'energia elettrica del 2019 di 12.000 euro ai 69.600 del mese solo di dicembre 2021, con un aumento su base annua del 700%, pari a 600.000 euro in più» dice Sandro Bottega, patron dell'omonima azienda di Bibano di Godega di Sant'Urbano ( Treviso), tra i principali produttori di vino e distillati italiani. «Le imprese italiane sono sane ed efficienti - continua Bottega - ma la visione di lungo periodo ci fa supporre che il perdurare dell'aumento dei costi vada a erodere il valore aggiunto che esse creano, con le conseguenze di riduzione degli investimenti in ricerca, necessari per la crescita e lo sviluppo». «Anche i settori dove il consumo di energia è inferiore a quello delle industrie meccaniche - conclude -, quindi anche nell'agricoltura e nella lavorazione dei prodotti agricoli e anche quando le fonti di approvvigionamento sono alternative, come nel nostro caso, gli aumenti sono arrivati a incidere profondamente».

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA