Promessa della danza trovata morta a 17 anni, la scomparsa da casa e la scoperta ai Giardini della Biennale a Venezia

Francesca Tagliapietra, originaria di Spresiano, figlia dell'avvocato e assessore comunale Paolo

Francesca Tagliapietra
di Maria Elena Pattaro
4 Minuti di Lettura
Giovedì 2 Febbraio 2023, 07:39 - Ultimo aggiornamento: 3 Febbraio, 10:00


La passione per la danza e il sogno di diventare étoile. Ma quel futuro ancora tutto da scrivere e che si preannunciava radioso si è interrotto tragicamente a 17 anni. Francesca Tagliapietra, originaria di Spresiano, in provincia di Treviso, è stata trovata morta martedì mattina a Venezia, ai giardini della Biennale. La giovane ballerina era molto conosciuta, non solo nella Marca trevigiana, ma anche nel mondo della danza. La sua morte prematura ha sconvolto l'intera comunità di Spresiano, dove il papà Paolo Tagliapietra, noto avvocato, è assessore comunale con deleghe a Scuola, Cultura, Ambiente e Servizi demografici.


Scomparsa da casa


La ragazza si era allontanata da casa lunedì sera, senza dire una parola su dove era diretta. I genitori, non vedendola rincasare e non ricevendo sue notizie, ne avevano denunciato la scomparsa ai carabinieri della stazione locale. Subito erano scattate le ricerche. Per mamma Monica, papà Paolo e il fratello Alvise sono state ore d'angoscia, scandite sia dal timore che a Francesca fosse successo qualcosa di male, sia dalla speranza di ritrovarla sana e salva. Purtroppo non è stato così.

Ritrovata morta a Venezia

Le speranze si sono infrante martedì mattina, quando la 17enne è stata ritrovata esanime nel capoluogo lagunare, nei Giardini della Biennale. Il corpo non presentava segni di colluttazione e le forze dell'ordine intervenute sul posto hanno escluso fin da subito il coinvolgimento di terzi nella tragica morte della ragazza. Per la famiglia è stato un colpo durissimo: i parenti, abituati a vederla volteggiare sui palcoscenici hanno dovuto riconoscerne il corpo, tra le pareti grigie dell'obitorio.

Il messaggio del papà

È stato il padre stesso a dare la terribile notizia, ieri pomeriggio, attraverso il suo profilo Facebook. Nelle poche parole che accompagnano l'epigrafe di Francesca è racchiuso lo strazio di una famiglia che chiede solo di poter vivere il proprio dolore al riparo da occhi e orecchie indiscrete. «La pubblico qui per poter raggiungere e informare anche le persone più lontane - ha scritto l'assessore - ma vi chiedo l'umana pietà di astenervi da commenti, curiosità, visite, telefonate e domande. Grazie». L'intera comunità si è stretta in un abbraccio virtuale alla famiglia colpita dal lutto. «Il sindaco, l'amministrazione comunale e i dipendenti tutti del Comune di Spresiano si stringono attorno a Paolo e alla sua famiglia in questo terribile momento di dolore per la prematura scomparsa di Francesca» è il messaggio uscito ieri dal municipio.

Francesca e il sogno della danza


Promessa della danza, Francesca aveva mosso i suoi primi passi sulle punte alla scuola Angeli Danza di Susegana (Treviso). La svolta era arrivata nel 2019, a 14 anni, quando l'allenamento rigoroso e la passione riversata sulla danza le avevano spalancato le porte del corso del Teatro dell'Opera di Roma, selezionata con altre tre ballerine su 70. Il trasferimento nella capitale non è stato facile. La giovane puntava a seguire la scuola dell'Opera e nel frattempo a continuare a frequentare il liceo linguistico. Dopo soli quattro mesi, però, è esplosa l'emergenza Covid, che ha interrompendo bruscamente il sogno di étoile e l'ha spinta a tornare nella sua Spresiano. Nell'ultimo periodo stava attraversando alcuni disagi psichici. La speranza di tutti era che tornasse a brillare: nella vita, prima ancora che nella danza. Invece le cose sono andate diversamente. Ora Francesca brillerà sì ma soltanto nei ricordi delle tante persone che le hanno voluto bene. Intelligente, talentuosa, determinata: così la descrive chi l'ha conosciuta. Sabato sarà il giorno dell'addio: il funerale verrà celebrato alle 10.30 nella chiesa di Spresiano. Poi il corpo verrà cremato.

© RIPRODUZIONE RISERVATA