Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Coronavirus in Fvg, 1.994 contagi e otto morti. Aumentano i ricoveri. In Intensiva 31 no vax su 34

Eseguiti 10mila test
di Redazione
4 Minuti di Lettura
Venerdì 7 Gennaio 2022, 15:54 - Ultimo aggiornamento: 18:02

In Friuli Venezia Giulia su 5.412 tamponi molecolari sono stati rilevati 1.304 nuovi contagi, con una percentuale di positività del 24,09%. Sono inoltre 4.726 i test rapidi antigenici realizzati, dai quali sono stati rilevati 690 casi (14,6%). Le persone ricoverate in terapia intensiva sono 34 mentre i pazienti ospedalizzati altri reparti sono 323. Lo ha comunicato il vicegovernatore della Regione con delega alla Salute Riccardo Riccardi evidenziando che "ben 31 delle 34 persone ricoverate in terapia intensiva, quindi oltre il 90 percento, non sono vaccinate. Un dato che conferma in modo inequivocabile l'importanza della vaccinazione per ridurre il rischio di subire gravi conseguenze in caso di infezione da Covid-19. Per quanto riguarda l'andamento della diffusione del virus tra la popolazione, la fascia d'età più colpita rimane quella tra 20 e 29 anni (18,76%), seguita da quella tra 40 e 49 anni (18,2%) e da quella tra 0 e 19 anni (17,55%). Nella giornata odierna si registrano i decessi di 8 persone: una donna di 98 anni di Udine (deceduta in Rsa), una donna di 94 anni di Trieste (deceduta in ospedale), un uomo di 91 anni di Trieste (deceduto in ospedale), un uomo di 85 anni di Udine (deceduto in ospedale), una donna di 83 anni di Roveredo in Piano (deceduta in ospedale), un uomo di 80 anni di Moggio Udinese (deceduto in ospedale), un uomo di 75 anni di Duino Aurisina (deceduto in ospedale) e un uomo di 75 anni di Trieste (deceduto in ospedale).

I DETTAGLI

I decessi complessivamente sono stati 4.269, con la seguente suddivisione territoriale: 1.032 a Trieste, 2.091 a Udine, 792 a Pordenone e 354 a Gorizia. I totalmente guariti sono 141.209, i clinicamente guariti 580, mentre le persone in isolamento sono 27.499. Dall'inizio della pandemia in Friuli Venezia Giulia sono risultate positive complessivamente 173.914 persone con la seguente suddivisione territoriale: 41.684 a Trieste, 72.265 a Udine, 37.179 a Pordenone, 20.212 a Gorizia e 2.574 da fuori regione. Il totale dei casi positivi è stato ridotto di 7 in seguito a 6 tamponi molecolari negativi dopo test antigenico positivo (3 a Pordenone, 2 a Udine e uno a Trieste) e un test positivo rimosso dopo la revisione del caso (Pordenone). Per quanto riguarda il Sistema sanitario regionale, sono state rilevate le seguenti positività: nell'Azienda sanitaria universitaria Giuliano Isontina 3 infermieri, uno psicologo, un tecnico e un educatore; all'Azienda sanitaria universitaria Friuli Centrale un medico, 4 infermieri; 5 operatori socio sanitari, 2 amministrativi, un tecnico e uno psicologo; all'Azienda sanitaria Friuli Occidentale un medico; all'Azienda regionale di coordinamento per la salute un infermiere; all'Irccs materno infantile Burlo Garofolo un infermiere; all'Irccs Cro di Aviano un infermiere. Relativamente alle residenze per anziani del Friuli Venezia Giulia si registra il contagio di 5 ospiti a Trieste e di 16 operatori (Trieste, Clauzetto, Zoppola, Palmanova, Tarcento, Paluzza, Roveredo in Piano e Maniago).

TRENTINO AA

Si aggrava il bilancio delle vittime della pandemia in Trentino Alto Adige. L'azienda sanitaria provinciale di Bolzano segnala altri 4 decessi provocati dal Covid-19, che portano a 1.318 il totale dall'inizio dell'emergenza sanitaria. Un altro decesso si registra in Trentino: si tratta di un anziano, vaccinato ma gravato da altre patologie, venuto a mancare in ospedale. In Alto Adige, nelle ultime 24 ore, sono stati accertati 832 nuovi casi positivi: 190 sono stati rilevati sulla base di 1.148 tamponi pcr (357 dei quali nuovi test) e 642 sulla base di 5.323 test antigenici. Resta stabile il numero dei ricoveri: sono 17 in terapia intensiva e 75 nei normali reparti ospedalieri. I pazienti Covid-19 assistiti nelle strutture private convenzionate sono 56 (il dato è aggiornato al 5 gennaio). Continuano ad aumentare, inoltre, i pazienti in isolamento nella struttura di Colle Isarco: sono 45, undici in più rispetto ad ieri. In crescita anche il numero delle persone in quarantena o in isolamento domiciliare che sono 9.351 (398 in più). in Trentino si registrano 972 nuovi casi: 150 sono stati individuati con i tamponi molecolari (su 1.192 test effettuati) e 822 con l'antigenico (su 5.192 test effettuati). La maggior parte dei nuovi positivi (387 casi) è nella fascia di età tra i 19 e i 39 anni, segue quella tra i 40 e i 59 anni (292). I molecolari hanno anche confermato 33 positività intercettate nei giorni scorsi dai test rapidi. Il numero dei pazienti ricoverati in ospedale sale a 130, dopo che ieri si sono registrati 13 nuovi ingressi a fronte di tre dimissioni. In rianimazione si trovano 24 persone. «In questi giorni avvertiamo un seppur lieve ripensamento tra la popolazione non vaccinata in Alto Adige», ha detto   l'assessore alla sanità della Provincia di Bolzano, Thomas Widmann. «Possiamo vaccinare fino a 25.000 persone alla settimana e siamo pronti a potenziare in modo mirato, dove serve, le linee di vaccinazione nei vari hub», conclude Widmann. Sono circa 40.000 le prenotazioni per il vaccino nei prossimi giorni, 36.000 delle quali per la terza dose. Secondo Widmann mancano comunque ancora all'appello 30.000 over 50 non vaccinati. Sempre in Alto Adige, il pronto soccorso ha retto l'aumento di infortuni sugli sci durante le festività di Natale. Si è trattato della prima prova di convivenza dell'emergenza coronavirus con gli incidenti sciistici dall'inizio della pandemia.

© RIPRODUZIONE RISERVATA