Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Inciampa sul sentiero e cade nel dirupo, donna muore davanti all'amica

Incidente in montagna a Cesiomaggiore, morta una donna
2 Minuti di Lettura
Venerdì 3 Giugno 2022, 15:12 - Ultimo aggiornamento: 4 Giugno, 11:25

CESIOMAGGIORE - Un'escursionista 55enne ha perso la vita oggi, venerdì 3 giugno, dopo essere ruzzolata una cinquantina di metri dal sentiero numero 801, che va dal Rifugio Dal Piaz al Rifugio Boz. La vittima è Cristina Gallon, 55enne di Feltre.

Donna morta in montagna: l'incidente

La donna stava percorrendo un tratto dell'Alta via numero 2 quando, passando sotto la cima del Monte Zoccarè Alto, verso la Val Canzoi, l'amica che si trovava con lei l'ha vista inciampare e cadere di lato. È stata proprio la compagna di gita ad allertare il 118 verso mezzogiorno non vedendola risalire e non ricevendo risposta ai richiami. Con la possibilità che l'intervento fosse ostacolato dalla nebbia, l'elicottero del Suem di Pieve di Cadore, dopo aver individuato il luogo dell'incidente e aver calato con un verricello il tecnico di elisoccorso, è volato alla piazzola di Soranzen a imbarcare tre tecnici del Soccorso alpino di Feltre. I soccorritori sono quindi scesi nel punto in cui si trovava il corpo senza vita della donna, mentre il tecnico di elisoccorso provvedeva al recupero dell'amica rimasta sul sentiero. Ottenuto il nulla osta dalla magistratura per la rimozione, la salma è stata imbarellata, per essere poi trasportata a Soranzen e affidata al carro funebre. Sul posto i familiari e i Carabinieri.


© RIPRODUZIONE RISERVATA