Terra dei fuochi, rifiuti tossici in fiamme davanti al campo rom, la Lega chiama il ministro Costa

Terra dei fuochi, rifiuti tossici in fiamme davanti al campo rom, la Lega chiama il ministro Costa
1 Minuto di Lettura
Lunedì 4 Maggio 2020, 16:44 - Ultimo aggiornamento: 16:46

«Ancora roghi di rifiuti. Questa volta a bruciare sono stati rifiuti tossici davanti al campo nomadi di Caivano. L'emergenza virus inasprisce il rischio degli incendi dolosi e il pericolo per salute e ambiente. Già nelle scorse settimane avevamo lanciato l'allarme, raccogliendo le crescenti preoccupazioni di amministrazioni, consorzi e aziende. In un momento come questo c'è il rischio che la criminalità organizzata inasprisca la sua azione. Un'indagine della commissione bicamerale d'inchiesta sugli ecoresti relativa ai roghi negli impianti di rifiuti è già in corso, auspichiamo possa fare chiarezza anche sui fatti di ieri mattina. Con i parlamentari campani della Lega intendiamo andare presto sul posto e abbiamo già predisposto un documento da sottoporre al ministro dell'Ambiente Sergio Costa, che martedì sarà in audizione in commissione ecoreati. Il presidio su sicurezza e legalità deve essere intensificato in questo periodo». 

Lo dicono, dopo i fatti di Caivano di due giorni fa, il Commissario della Lega Campania e deputato Nicola Molteni e il senatore Luca Briziarelli, vicepresidente della Commissione parlamentare sugli ecoreati con i colleghi parlamentari della Lega Campania Claudio Barbaro, Gianluca Cantalamessa, Pina Castiello, Ugo Grassi, Pasquale Pepe e Francesco Urraro.

© RIPRODUZIONE RISERVATA