Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Zelensky caccia due "fedelissimi" (uno è il capo dei servizi di sicurezza). «Accusati di alto tradimento»

L'ufficio di presidenza ha fatto sapere che i due funzionari per ora non sarebbero licenziati

Zelensky caccia due "fedelissimi" (uno è il capo dei servizi di sicurezza). «Accusati di alto tradimento»
3 Minuti di Lettura
Lunedì 18 Luglio 2022, 14:52 - Ultimo aggiornamento: 19 Luglio, 18:47

Il presidente ucraino Volodymyr Zelensky ha sospeso due figure chiave del suo Governo. La procuratrice generale, Iryna Venediktova, e il capo dei servizi segreti ucraini (Sbu), Ivan Bakanov, quest'ultimo collaboratore di lunga data del presidenteIl servitore del popolo avrebbe temporaneamente  allontanato le due figure apicali accusando entrambi di aver esercitato uno scarso controllo sui loro rispettivi organi. Secondo la presidenza di Kiev centinaia di collaboratori dei due uffici sono accusati di alto tradimento e collaborazione con i servizi segreti russi. 

Guerra in Ucraina, la Russia in difficoltà: ha già perso il 30% delle forze armate

La decisione

«Oggi ho deciso di rimuovere il procuratore generale dall'incarico e il capo del servizio di sicurezza dell'Ucraina», ha detto Zelensky nel suo abituale video discorso notturno. Il presidente ucraino ha poi aggiunto: «Ad oggi, sono stati registrati 651 procedimenti penali riguardanti alto tradimento e attività di collaborazione di dipendenti con altre procure, e altri organi. In particolare, più di 60 dipendenti della procura e del servizio di sicurezza dell'Ucraina sono rimasti nei territori occupati per lavorare segretamente contro il nostro Stato».

 

Spiegando la sua decisione di rimuovere Venediktova e Bakanov, Zelensky ha dichiarato: «Una tale serie di crimini contro le basi della sicurezza nazionale dello Stato e le connessioni rilevate tra i dipendenti delle forze di sicurezza dell'Ucraina e i servizi speciali della Russia rappresentano una situazione molto grave».

Oltre alla sospensione dei due alti funzionari di Kiev, è stato arrestato dalle forze di sicurezza giallo-blu anche l'ex capo della direzione dei servizi di sicurezza in Crimea con l'accusa di tradimento«Anche tutti coloro che insieme a lui facevano parte di un gruppo criminale che ha lavorato nell'interesse della Federazione Russa saranno ritenuti responsabili», ha aggiunto Zelensky. Il presidente ucraino ha inoltre affermato che il Primo Ministro avrà il compito di intensificare la ricerca di un nuovo capo dell'Ufficio nazionale anticorruzione.

Guerra in Ucraina, le notizie di oggi. Kiev respinge attacchi di Mosca. Rilasciata la giornalista no-war ​Ovsiannikova

Spie russe, allarme nell'Ue: «Cercano le armi destinate all'Ucraina»

Kiev: «Sospesi, non licenziati»

«La decisione del presidente ucraino Volodymyr Zelensky di rimuovere la procuratrice generale, Iryna Venediktova, e il capo dei servizi di sicurezza ucraini (Sbu), Ivan Bakanov, non vuol dire che questi due dirigenti siano stati licenziati, ma solo sospesi, per permettere di fare accertamenti sul loro operato». Lo ha dichiarato, citato dall'agenzia Ukrinform, il vicecapo dell'ufficio del presidente, Andriy Smirnov. «Per ora non parliamo del licenziamento di questi due dirigenti», ha detto Smirnov.

Dopo la notizia della sospensione, l'agenzia russa Tass ha azzardato un nome sostitutivo per la carica di Bakanov: Vasily Malyuk, vicepresidente dell'Sbu,il servizio segreto ucraino. La notizia non aveva però ritrovato riscontri su sponda ucraina. L'ufficialità è arrivata invece questa mattina tramite una nota dell'ufficio di presidenza, in cui proprio Malyuk veniva annunciato come capo ad interim del Sbu.

Lascia la moglie per la rifugiata ucraina: «Non abbiamo più soldi, mi inseguono i paparazzi e ho perso il lavoro»

© RIPRODUZIONE RISERVATA