Vescovo italiano ferito in Sud Sudan: Carlassare è il più giovane al mondo

Lunedì 26 Aprile 2021
Vescovo italiano ferito in Sud Sudan: Carlassare è il più giovane al mondo

Un missionario è stato ferito nella notte nel Sud Sudan, al momento è fuori pericolo dopo essere stato trasportato all'ospedale di Juba.  L'agguato sarebbe avvenuto trenta minuti dopo la mezzanotte ad opera di due persone armate, che sono entrare nella casa di monsignor Carlassare e gli hanno sparato quattro volte alle gambe.

Naufragio a largo della Libia, le Ong accusano l'Europa. «Navigavamo fra i cadaveri»

I fedeli di Rumbek, a maggioranza dinka, una delle etnie più numerose nel paese, avevano accolto padre Christian lo scorso 16 aprile. Prima di arrivare lì, Carlassare aveva lavorato per quindici anni con l'altro gruppo etnico preponderante nel paese, i Nuer.

Video

Migranti, 130 morti in un naufragio al largo della Libia. I soccorritori: «Navigavamo tra i cadaveri»

«Stando alle prime notizie l'attentato era stato pianificato per spaventarlo in modo che non venga consacrato vescovo» spiega in una nota l'Agenzia Fides. Infatti in questi giorni è prevista la consacrazione del missionario comboniano a vescovo della diocesi di Rumbek, rimasta vacante dopo la morte di monsignor Cesare Mazzolari nel 2011. Con la consacrazione, a soli 43 anni, mons. Carlassare diventerà il vescovo più giovane del mondo.

Locuste in Africa, piaga biblica: ma il rimedio è peggio del danno

In una dichiarazione riportata dal sito Nigrizia padre Carlassare ha detto: «Pregate non tanto per me ma per la gente di Rumbek che soffre più di me». I medici del Cuamm lo stanno curando nell'ospedale di Rumbek, ma ha perso molto sangue e verrà presto trasferito nella capitale Juba e poi a Nairobi, dove sarà sottoposto a una trasfusione. 

 

Mons. Christian Carlassare, vescovo eletto di Rumbeck in sud Sudan è stato ferito durante la notte. P. Fabio Baldan,...

Pubblicato da Missionari Comboniani su Domenica 25 aprile 2021

 

Ultimo aggiornamento: 14:37 © RIPRODUZIONE RISERVATA