Venezuela, spari contro l'auto di Guaidò da parte di gruppi paramilitari fedeli a Maduro

Mercoledì 15 Gennaio 2020
Venezuela, spari contro l'auto di Guaidò da parte di gruppi paramilitari fedeli a Maduro

L'opposizione venezuelana ha denunciato che alcuni gruppi paramilitari fedeli a Nicolas Maduro hanno sparato, lanciato pietre, colpito e tentato di bloccare le auto del convoglio sul quale viaggiavano l'autoproclamato presidente ad interim Juan Guaidò e i parlamentari di opposizione per raggiungere il Palazzo Federale Legislativo. In un video condiviso sui social network è possibile vedere il momento dell'attacco al mezzo dei deputati e la successiva fuga. Al momento non risultano feriti.

LEGGI ANCHE Venezuela nel caos: Parra e Guaidò eletti entrambi presidenti dell'Assemblea nazionale. Scontri con la Gendarmeria, Parlamento al buio

A seguito dell'attacco, Guaidò ha ordinato di evacuare il convoglio che voleva raggiungere il Palazzo Federale legislativo. Nel frattempo, altri gruppi armati hanno attaccato alcuni giornalisti che viaggiavano in motocicletta, senza che gli agenti della polizia nazionale bolivariana che erano sul posto intervenissero per calmare la situazione. Guaidò è tornato al quartier generale del partito Azione Democratica. L'opposizione ha annunciato che la sessione dell'Assemblea Nazionale si terrà nell'anfiteatro El Hatillo, nell'omonimo comune del distretto di Caracas

L'Assemblea nazionale controllata dall'opposizione in Venezuela denuncia che «gruppi paramilitari» fedeli al presidente Nicolas Maduro stanno presidiando insieme ai militari l'area del Palazzo federale legislativo di Caracas. «Denunciamo la presenza di gruppi paramilitari armati del regime usurpatore, intorno al Palazzo legislativo federale. Ancora una volta mostrano da dove proviene la violenza», scrive l'Assemblea nazionale su Twitter, condividendo alcune immagini di questi gruppi. «Oggi si mostrano per ciò che sono, una dittatura che ha sequestrato il Palazzo federale», ha dichiarato Juan Guaidò su Twitter, condividendo alcune immagini che mostrano i militari nell'area del Parlamento a Caracas. Alcuni deputati di opposizione si stanno recando nell'area del Parlamento per constatare la situazione del Palazzo federale legislativo, attualmente presidiato dai soldati.
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Con la febbre in aeroporto non si finisce in quarantena

di Mauro Evangelisti

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma