BOLSONARO

Covid in Brasile, schiaffo della Corte Suprema a Bolsonaro: «Il vaccino sarà obbligatorio per tutti»

Venerdì 18 Dicembre 2020
Brasile, schiaffo della Corte suprema a Bolsonaro: «Il vaccino sarà obbligatorio per tutti»

Mano pesante del Brasile su vaccino. Tutti i brasiliani dovranno essere vaccinati contro il Covid-19, pena il divieto di alcune attività e multe. Lo hanno stabilito a larga maggioranza i giudici della Corte Suprema, la cui sentenza è un duro colpo per il presidente Jair Bolsonaro, che ha già annunciato l'intenzione di non vaccinarsi, sottolineando che nessuno dovrebbe essere costretto a farlo.

Covid, giornata senza precedenti negli Usa: oltre 3.000 morti. E il Giappone registra record di infezioni

La Corte Suprema ha precisato che la sua decisione non significa che i brasiliani saranno presi con la forza per la somministrazione del vaccino, che sarà fornito gratuitamente dal governo attraverso la rete della sanità pubblica. Sono oltre sette milioni i casi di Covid-19 ufficialmente registrati in Brasile dall'inizio della pandemia. Lo ha reso noto il ministero della Salute brasiliano, annunciando che sono state diagnosticate altre 70.574 infezioni nelle ultime 24 ore, un record per il Paese sudamericano, mentre i decessi sono saliti a 183.735. Il Brasile è il terzo Paese al mondo per numero di casi dietro a Stati Uniti e India ed il secondo per quanto riguarda le vittime.

Germania

Per la prima volta dall'inizio della pandemia, in Germania sono stati registrati più di 30mila casi in 24 ore. Lo ha reso noto il Robert Koch Institute (Rki), che monitora l'andamento del virus nel Paese. L'Istituto ha precisato che tra le 30.277 nuove infezioni diagnosticate vengono considerati i 3.500 casi accertati nel Baden-Wuerttemberg non conteggiati ieri per ragioni tecniche. I decessi nelle 24 ore sono stati 813, il secondo dato più alto mai registrato in Germania. In totale, secondo l'Rki, i morti sono 24.938 ed i casi oltre 1,4 milioni.

 

Corea del Sud

Sono 1.062 i nuovi casi diagnosticati in Corea del Sud nelle ultime 24 ore, il secondo dato più alto mai registrato nel Paese asiatico dall'inizio della pandemia. Lo ha riferito l'Agenzia coreana per il controllo e la prevenzione della malattia (Kdca), sottolineando che per il terzo giorno consecutivo le infezioni sono più di mille. Intanto il governo di Seul ha esortato le aziende a rispettare gli ordini di chiusura, non aggirando le misure anti-Covid. Sebbene il Paese asiatico abbia tenuto sotto controllo la pandemia, rispetto a quanto sta avvenendo negli Usa, in Europa e in altre nazioni colpite duramente dal coronavirus, le autorità temono un aggravarsi della situazione.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA