Usa, bimbo di due anni spara e uccide la madre collegata in Zoom con i colleghi: la pistola era nel suo zainetto

Arrestato il padre del piccolo: ha lasciato la pistola incustodita. I colleghi in videoconferenza: "Abbiamo sentito uno sparo, poi il bimbo piangere"

Usa, bimbo di due anni spara e uccide la madre collegata in Zoom con i colleghi: la pistola era nel suo zainetto
2 Minuti di Lettura
Giovedì 14 Ottobre 2021, 06:40 - Ultimo aggiornamento: 15 Ottobre, 09:52

Un bambino di due anni in Florida ha ucciso per errore la madre con un colpo di pistola mentre la donna era collegata su Zoom con i colleghi di lavoro. L'arma era stata lasciata carica e senza sicura dal padre in uno zainetto. L'uomo Veondre Avery, un ventiduenne, è stato arrestato con l'accusa di omicidio colposo. La donna, Sahamaya Lynn, aveva 21 anni. 

Uno dei colleghi ha subito chiamato il 911 dopo aver sentito gli spari, prima che Sahamaya scomparisse dallo schermo e non tornasse mai più. Ma quando i soccorsi sono arrivati in casa non c'era più nulla da fare,

Dora Lagreca era nuda quando è caduta: spunta la foto con l'ultimo bacio

Lo zainetto di Paw Patrol

La polizia di Altamonte ha scoperto che la pistola appartaneva al fidanzato della ragazza e padre del bambino e che l'uomo l'aveva lasciata carica e incustodita nello zainetto di Paw Patrol del bambino.

«Eravamo in riunione - ha raccontato un collega - abbiamo sentito uno sparo. Aveva la camera accesa e improvvisamente non l'abbiamo più vista sullo schermo e abbiamo sentito il bimbo piangere». Qualcun altro racconta: «Abbiamo visto del sangue sulla sua faccia, poi più niente. Chiamavamo il suo nome ma lei non rispondeva».

Quando il fidanzato della giovane è tornato a casa ha raccontato una scena terribile: «C'era sangue ovunque», ha detto tra le lacrime l'uomo che è stato poi arrestato. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA