Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Guerra Ucraina, la Russia prepara missili balistici intercontinentali? Da Mosca le foto che spaventano l'Occidente

Per fonti Ucraine però il video risale al maggio 2021

Guerra Ucraina, la Russia prepara missili balistici intercontinentali? Da Mosca le foto che spaventano l'Occidente
2 Minuti di Lettura
Sabato 26 Febbraio 2022, 11:06 - Ultimo aggiornamento: 14:41

La notizia e le foto non sono state confermate da media ufficiali, in una guerra che però è fatta anche di battaglie di informazione-disinformazione e di propaganda. Sui social, però, nelle ultime ore è iniziato a circolare un video girato su un'autostrada di Mosca, del trasporto di un missile balistico intercontinentale: ha una portata di 11.000 chilometri, che gli permetterebbe di arrivare praticamente ovunque. Un segnale, confermato da fonti di intelligence occidentali, di una preparazione della Russia di Putin a un conflitto ancora più grande. Missili a lunga gittata, a pochi giorni dalle esercitazioni a cui ha presenziato anche il presidente russo.

Ucraina, la mappa della guerra: i siti presi di mira dall'invasione russa

Test che erano stati raccontati come «pianificati in precedenza» da Mosca ma che avevano comunque acceso più di un campanello d'allarme nell'Occidente. Vi avevano preso parte le Forze aerospaziali e le Forze missilistiche strategiche, e anche unità di terra del Distretto militare meridionale e della marina, delle Flotte del Mar Nero e del Nord. Secondo fonti ucraine, però, il video non sarebbe delle ultime ore ma risalirebbe addirittura al maggio 2021. Un altro capitolo della cyber guerra, fatta anche di fake news e di video (o smentite) diffuse a fini propagandistici.

© RIPRODUZIONE RISERVATA