Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Guerra in Ucraina, la Russia in difficoltà: ha già perso il 30% delle forze armate

Il Cremlino, quando ha invaso l'Ucraina alla fine di febbraio, pensava di conquistare il Paese in 30 giorni

Guerra in Ucraina, la Russia in difficoltà: ha già perso il 30% delle forze armate
di Michela Allegri
3 Minuti di Lettura
Lunedì 18 Luglio 2022, 11:14 - Ultimo aggiornamento: 14:20

Comunque vada, non si potrà mai parlare di vittoria: nella guerra in Ucraina, la Russia ha già perso il 30 per cento delle sue forze, con 50mila soldati morti o feriti e quasi 1.700 carri armati distrutti. A rivelarlo è il Capo di Stato Maggiore della Difesa del Regno Unito. Il capo delle forze armate britanniche, l'ammiraglio Tony Radakin, ha affermato che Vladimir Putin «ha già perso la guerra in Ucraina». Ospite al programma Sunday Morning della Bbc One, l'ammiraglio ha detto che Kiev ha in programma di ripristinare «l'intero territorio». Ha anche aggiunto che l'ipotesi che Putin possa venire assassinato, o abbandonare a causa di una malattia, è «un pio desiderio. Il presidente Putin è stato in grado di reprimere qualsiasi opposizione, nessuno ai vertici ha una motivazione per sfidarlo, e questo è deprimente».

La scomoda eredità di Boris Johnson

Spie russe, allarme nell'Ue: «Cercano le armi destinate all'Ucraina»

E ancora: «La Russia, dopo quasi 150 giorni di conflitto, ha conquistato meno del 10 per cento del territorio ucraino - ha detto il militare britannico - Mosca sta lottando per conquistare quel territorio e sta lottando a causa del coraggio e della determinazione delle forze armate ucraine». Il capo di stato maggiore della Difesa del Regno Unito ha aggiunto che l'esercito ucraino crede «assolutamente» di vincere la guerra di fronte a una Russia che ha «perso oltre il 30 per cento delle sue forze nel combattimento terrestre».

 

Va ricordato che quando il Cremlino ha invaso l'Ucraina alla fine di febbraio, pensava di conquistare il Paese in trenta giorni. «La Russia aveva l'ambizione di creare fratture e di esercitare pressioni sulla Nato - ha spiegato ammiraglio Radakin - era una sfida all'ordine mondiale. Ma Mosca sta fallendo in tutte queste ambizioni». Nonostante questo, la Russia continua a essere una grande minaccia, che non deve essere sottovalutata: «Nonstante l'esaurimento delle sue truppe, continua a essere una potenza nucleare, ha capacità informatiche, ha capacità spaziali e ha programmi sottomarini raffinati».

© RIPRODUZIONE RISERVATA