Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Ucraina, ecco il piano (in sei mosse) di Boris Johnson per fermare Putin

Tra le idee, intensificare la pressione economica sulla Russia

Ucraina, ecco il piano (in sei mosse) di Boris Johnson per fermare Putin
2 Minuti di Lettura
Domenica 6 Marzo 2022, 09:15 - Ultimo aggiornamento: 8 Marzo, 08:23

Guerra in Ucraina, Boris Johnson ha un piano per fermare Putin in sei punti,. È lo stesso primo ministro britannico a descriverne i dettagli in un intervento sul New York Times. Ed è una chiamata all'azione per la comunità internazionale, esortatata a reagire alla «barbara e orribile» aggressione di Putin in Ucraina, perché «non saranno gli storici ma il popolo ucraino a giudicarci».

 

Per mantenere quindi la pressone su Mosca, Johnson sostiene che i leader mondiali debbano mobilitare «una coalizione umanitaria internazionale» per l'Ucraina. Debbano sostenere Kiev «nei suoi sforzi di difesa».

Ucraina, italiani sotto le bombe: «La corsa disperata al treno, l'incubo di finire schiacciata»

Oligarchi russi, cosa succede a yacht e ville sequestrate? Per le barche paga lo Stato, la custodia spetta al Demanio

Bisogna inoltre, secondo Johnson, intensificare la pressione economica sulla Russia. Quindi la comunità internazionale deve resistere la «strisciante normalizzazione» delle sue azioni in Ucraina. Altro punto è la soluzione diplomatica alla guerra che, sostiene il premier britannico, va perseguita ma soltanto con la piena partecipazione del legittimo governo ucraino. Infine l'inquilino di Downing Street sostiene che debba essere avviata rapidamente una «campagna per rafforzare la sicurezza e la resilienza» tra i Paesi Nato.

© RIPRODUZIONE RISERVATA