Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Andrey Paliy, annunciata la morte del settimo generale russo: era il vicecomandante della flotta del mar Nero

Ucraina, annunciata la morte del settimo generale russo: Andrey Paliy era il vicecomandante della flotta del mar Nero
3 Minuti di Lettura
Domenica 20 Marzo 2022, 15:36 - Ultimo aggiornamento: 21 Marzo, 11:11

Un altro alto graduato russo ucciso dalle forze armate dell'Ucraina: si tratta del vicecomandante dell'imponente a flotta del Mar del Nero. Andrey Paliy, 53 anni, origini ucraine (Kiev), ma da sempre schierato con la marina russa. Da Mosca non arrivano conferme, ma amici del militare hanno confermato la sua morte durante combattimenti vicino a Mariupol. Si tratta dell'ufficiale più alto in grado della Marina militare russa caduto durante l'invasione dell'Ucraina. Era anche uno degli ufficiali pià esperto nell'uso di batterie missilistiche.

 

Il suo nome si aggiunge a quello di altri sei comandanti che, secondo fonti ucraine, sono stati uccisi dai militari di Kiev che evidentemente dispongono di informazioni da parte dell'intelligence che permette loro di concentrarsi sugli obbiettivi più importanti per rallentare l'avanzare dell'esercito invasore.

L'elenco lo fornisce il consigliere del presidente ucraino e negoziatore, Mykhailo Podolyak, che  su twitter tiene aggiornata questa lista di forte valore per la propaganda:  «Colpisce l'alta mortalità degli alti ufficiali della Russia. Già sei generali uccisi: maggior generale Magomed Tushayev, Vitaly Gerasimov,  Andriy Kolesnikov, Andrei Sukhovetsky, Oleg Mityaev e tenente generale Andrei Mordvichev. E decine di colonnelli e altri ufficiali. Cioè l'esercito della Russia è completamente impreparato e combatte solo con numeri e missili da crociera». 

© RIPRODUZIONE RISERVATA