Guerra, il flop dell'aviazione militare russa: piloti poco addestrati e sistemi di difesa ucraini efficaci

Attenzione però: neppure gli ucraini sono riusciti a ottenere il controllo dei cieli

Ucraina, il flop dell'aviazione militare russa: piloti poco addestrati e sistemi di difesa di Kiev efficaci
di Mauro Evangelisti
5 Minuti di Lettura
Domenica 4 Dicembre 2022, 16:26 - Ultimo aggiornamento: 6 Dicembre, 08:40

Quando Vladimir Putin, il 24 febbraio, ha ordinato l'aggressione dell'Ucraina, con la colonna di tank che puntava verso Kiev arrivando fino alla prima periferia prima di essere costretta a una ingloriosa ritirata, tutti si aspettavano che un supporto decisivo sarebbe arrivato dai caccia, dall'aeronautica militare russa che avrebbe seminato il terrore nelle città ucraine e colpito tutti gli obiettivi più importanti.

Putin, il banchiere e amico Yuri Kovalchuk spinge per la guerra: «Così possiamo dimostrare la forza della Russia»

Flop dell'aviazione russa in Ucraina, le ragioni

Dopo molti mesi, gli analisti hanno dovuto prendere atto della poca incisività dei caccia russii. Mosca sta colpendo ferocemente le città ucraine solo lanciando i missili dal mar Nero, ma soprattutto bombardando con i droni di produzione iraniana. Come mai? La prima ragione, secondo gli analisti, è che i piloti russi non svolgono sufficente addestramento, hanno poche ore alle spalle di volo, e dunque è troppo alto il rioschio di perdere molti aerei in missione.

Il report

Qualche settimana fa il report del Ministero della Difesa britannica ha spiegato: «La continua mancanza di superiorità aerea della Russia è probabilmente esacerbata da uno scarso addestramento, dalla perdita di equipaggi esperti e dall'accresciuto rischio di condurre supporto aereo ravvicinato in zone dense di difesa aerea».

Gli aerei russi abbattuti

Secondo Zaluzhnyi, il capo delle forze armate di Kiev, le truppe ucraine hanno già abbattuto 278 aerei russi. Commenta la rivista Forbes: «È quasi certamente un'esagerazione. Ma non di molto. Analisti indipendenti hanno confermato , attraverso prove fotografiche e video, la distruzione di 184 aerei russi. Gli ucraini hanno catturato altri 73 aerei dai russi per un totale di 257 perdite russe confermate. Ma attenzione:  la maggior parte delle perdite - e tutte le catture - sono piccoli droni, che non costano molto e sono più facili da sostituire rispetto agli aerei con equipaggio per il Cremlino. Questo avvertimento, tuttavia, non annulla la dichiarazione di Zaluzhnyi. Le perdite aeree della Russia sull'Ucraina sono elevate».

Il nodo sanzioni

Conseguenza, secondo Forbes: «Le sanzioni estere sull'industria aerospaziale russa, inasprite da febbraio, hanno ridotto la capacità dell'industria di compensare le perdite. Il Cremlino non stava acquistando nuovi aerei molto rapidamente anche prima delle sanzioni più severe. Ora li sta acquistando ancora più lentamente. "Le perdite di aerei della Russia probabilmente superano in modo significativo la loro capacità di produrne nuovi", ha spiegato il ministero della Difesa britannico. Potrebbe passare un decennio o più prima che l'aviazione militare russa torni a pieno regime». Non solo: «La perdita di equipaggi esperti potrebbe essere ancora più catastrofica  della perdita di mezzi. "Il tempo necessario per l'addestramento di piloti competenti riduce ulteriormente la capacità della Russia di rigenerare la capacità aerea di combattimento", ha affermato il ministero della Difesa britannico».

Conferma un articolo di Business Insider, scritto dall'analista Stavros Atlamazoglou, veterano dell'esercito greco: «Le prestazioni dell'aviazione russa in Ucraina sono state ben al di sotto delle aspettative prima della guerra». Ancora: «Quando la Russia ha attaccato l'Ucraina il 24 febbraio, nessuno si sarebbe aspettato che le forze aerospaziali russe sarebbero state così inefficaci. Sulla carta, la Russia aveva una forza aerea altamente competente composta da centinaia di aerei da combattimento di quarta generazione, nonché elicotteri da attacco e da trasporto. Ma gli aerei russi non sono mai riusciti a raggiungere la superiorità aerea sull'Ucraina. Ci sono diverse ragioni per il fallimento aereo della Russia, tra cui un addestramento inadeguato e una scarsa consapevolezza della situazione, ma l'aviazione ucraina ha anche combattuto valorosamente contro un avversario più grande e più avanzato, effettuando sortite di combattimento anche di fronte a una forte opposizione».

Si sono dimostrati molto efficaci i sistemi di difesa aerea mobile che i russi possono evitare solo volando a quota molto bassa: per farlo, però, serve molto addestramento, cosa che manca ai top gun di Mosca.

Attenzione però: neppure gli ucraini sono riusciti a ottenere il controllo dei cieli. Anche la loro aviazione sconta gli stessi problemi. Di fatto, su entrambi i fronti i sistemi di difesa aerea si stanno dimostrando molto efficaci. Conclude l'analisi di Business Insider: «Lo spazio aereo ucraino rimane conteso e mortale per entrambe le parti, ma i piloti continuano a sorvolare la linea del fronte. I jet russi stanno ancora svolgendo un supporto aereo ravvicinato in gran parte inefficace con raffiche di bombe e razzi non guidati, mentre gli aerei d'attacco ucraini sono diventati più attivi man mano che le forze ucraine avanzano, secondo un recente rapporto di Royal United Services Institute».

© RIPRODUZIONE RISERVATA