Uccisa nella giungla da uno sciame di vespe giganti: tragedia per una guida turistica

Giovedì 31 Ottobre 2019 di Giampiero Valenza
​Guida turistica uccisa nella giungla da uno sciame di vespe giganti

Vanno in giro per la giungla della Thailandia e, a un certo punto, la loro guida locale viene colpita a morte da vespe giganti, che per quattro giorni, ne hanno approfittato banchettando sul suo corpo. La vittima è Sanchai Phao-arun, di 58 anni. Il fatto è accaduto vicino nel distretto di Mae Ai, al confine con il Myanmar.

I primi soccorritori non sono stati in grado di rimuovere il corpo perché era ancora preso d’assalto dalle vespe giganti. Quando il tenente colonnello Samphan Yothin della stazione di polizia di Mae Ai è arrivato sul posto, si è reso conto che il corpo del 58enne era tutto pieno di lividi.

L’uomo aveva portato una coppia di turisti in escursione e, secondo quanto riporta il quotidiano online thailandese Chiang Mai City Life avrebbe disturbato un nido di vespe che per tutta risposta hanno scatenato l’attacco. Mentre i turisti sono riusciti a fuggire e a mettersi in salvo, si pensa che la guida sia inciampata e caduta. Una volta iniziato l’attacco delle vespe Phao-arun non è stato più in grado di risollevarsi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Iscrizione a scuola, la regola aurea per decidere senza discutere

di Pietro Piovani

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma