Cancellata la corsa Uber per la madre, il capo di una banda uccide quattro autisti

Giovedì 26 Dicembre 2019 di Alix Amer
Chiama Uber per la madre ma la corsa salta, il capo di una banda fa uccidere quattro autisti

Un leader di una banda senza scrupoli ha ordinato la tortura e l’esecuzione di quattro tassisti di Uber dopo che uno di loro ha cancellato la corsa a sua madre. Le quattro vittime, di età compresa tra 23 e 48 anni, sarebbero state chiamate nella favela del Jardim Santo Inácio a Salvador, in Brasile, prima di essere massacrate. Tuttavia, un quinto autista è riuscito a scappare e ad avvertire rapidamente la polizia. Ha raccontato di essere stato chiamato lì per una corsa, arrivato sul posto lo hanno trascinato fuori dall’auto e portato dietro una baracca e massacrato di botte con una pistola puntata contro. L’uomo ha aggiunto che era stato legato ma è riuscito a fuggire in una palude.

LEGGI ANCHE --> Papà va al funerale del suo unico figlio: ucciso da uno sciame d'api

Lui e altre due vittime hanno lavorato per l’azienda di trasporti brasiliana 99, mentre gli altri due hanno lavorato per Uber, riferisce il Guardian. In una dichiarazione, la polizia ha affermato che il motivo delle uccisioni era ancora oggetto di indagine, ma «si punta alla vendetta contro i conducenti, dopo che è stato cancellata la corsa alla mamma del leader di una violenta banda». Rui Costa, governatore locale, ha dichiarato: «Il gangster ha ordinato la morte di queste persone perché sua madre chiamava Uber, ma l’auto non è mai arrivata». Due sospetti negli omicidi sono stati uccisi in una sparatoria dalla polizia lo stesso giorno, mentre il capo che ha ordinato le uccisioni è stato trovato ucciso due giorni dopo.

Ultimo aggiornamento: 23:12 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Con la febbre in aeroporto non si finisce in quarantena

di Mauro Evangelisti

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma