Trump, il Nyt: «Non paga le tasse e le sue aziende sono in perdita»

Lunedì 28 Settembre 2020 di Anna Guaita
1
Trump, il Nyt: «Non paga le tasse e le sue aziende sono in perdita»

NEW YORK – Lungi dall’essere un uomo d’affari di successo, Donald Trump è stato perseguitato da perdite continue, tali da rappresentare un record nel panorama fiscale Usa. Lo rivela il New York Times con uno storico scoop. Il quotidiano ha ottenuto di visionare 18 anni di cartelle delle tasse dell’imprenditore, dal 2000 al 2017, e di constatare ad esempio che nel 2016, anno della sua elezione, ha pagato appena 750 dollari di imposta federale sul reddito. Per 11 dei passati 18 anni, anzi, non ha pagato neanche un dollaro.
 

Trump, il Nyt: «Ha pagato 750 dollari in tasse federali sul reddito nel 2016»

Usa, Trump nomina Amy Coney Barrett alla Corte Suprema al posto di Ginsburg

 

Video

 

La reazione


La storia è arrivata proprio mentre il presidente teneva la sua conferemza stampa sul coronavirus, e la sua reazione all’inchiesta del quotidiano è stata immediata: «Stanno facendo l'impossibile pur di danneggiarmi, è una storia fake, inventata, fanno sempre storie negative su di me». Il presidente sostiene che il quotidiano non lo aveva informato che stava per pubblicare questa denuncia, ma è chiaro che non è vero, poichè nell’articolo vengono citate varie volte le reazioni e i commenti dei suoi legali personali, ed è inverosimile pensare che questi non lo avessero avvertito. Per di più esperti di media confermano che articoli di questa gravità non vengono pubblicati senza estesi controlli, senza interpellare la parte interessata e senza un’attenta revisione dei legali del quotidiano stesso.
 
Il NYTimes rivela fra le altre cose che da dieci anni Trump è sottoposto a una ispezione fiscale per «discutibili esenzioni» di quasi 100 milioni di dollari che ha applicato senza averne diritto. Inoltre varie delle aziende che portano il suo nome stanno operando in perdita, mentre le pressioni economiche lo stanno soffocando, man mano che 400 milioni di dollari ottenuti in prestiti, e personalmente garantiti, dovranno essere restituiti nell’arco dei prossimi 4 anni.  
 
Il New York Times avverte che queste rivelazioni sono solo l’inizio, e che altre verranno nei prossimi giorni. A quanto dice lo stesso giornale, a far trapelare la documentazione sarebbe stata una talpa interna della stessa Casa Bianca. Sono anni che la caccia ai documenti fiscali del presidente occupa giornalisti e procuratori. Nel passato però sono trapelate solo informazioni parziali.

Fra due giorni, la sera di martedì, Trump terrà il suo primo dibattito con lo sfidante democratico Joe Biden. Lo scoop del NYTimes non poteva essere più tempestivo.

 

Ultimo aggiornamento: 16:08 © RIPRODUZIONE RISERVATA