Washington, trovato il primo nido americano di calabroni "assassini": 13 sono rimasti vivi

Giovedì 29 Ottobre 2020 di Giampiero Valenza
Gli operatori del dipartimento Usa in una fase della rimozione del nido

È stato distrutto nello Stato di Washington il primo nido di calabroni "assassini" degli Stati Uniti d'America. È stato trovato nella città di Blaine, vicino al confine canadese. Il nido ha destato non poca preoccupazione, anche perché questi calabroni giganti sono molto grandi e la loro puntura può essere letale, specie se una persona viene punta da più esemplari nello stesso tempo. I calabroni, inoltre, sono una minaccia per le api, impegnate nell'attività dell'impollinazione delle colture.

Bambino di 6 anni aiuta la nonna a potare gli alberi: ucciso da centinaia di punture di calabrone

Il nido si trovava su un albero di ontano, è stato sigillato con schiuma e pellicola e i calabroni sono morti asfissiati.

«Nessuno è stato punto e nessuno è stato attaccato, che io sappia», spiega l'entomologo Sven-Erik Sprichiger, che sabato scorso ha tolto il nido. Gli operatori del Dipartimento di Agricoltura dello Stato di Washington, negli Usa, è riuscito a recuperare 98 calabroni dal nido, di cui 13 catturati vivi. Sono riusciti a farlo bardati di tutto punto con divise bianche per evitare di essere punti. Gli esemplari ancora vivi saranno dati a vari ricercatori.

L'invasione della vespa killer: allarme per i predatori che sterminano le api

«Questo è solo l'inizio del nostro lavoro per evitare, si spera, che il calabrone gigante asiatico prenda piede nel Nordovest del Pacifico», ha continuato Sprichiger.

I calabroni assassini sono una specie aliena per gli Stati Uniti, visto che provengono da Cina, Giappone, Corea e Vietnam. I primi esemplari sono stati rilevati nel 2019 e il primo calabrone è stato intrappolato lo scorso luglio.

Calabrone lo punge mentre sta cercando funghi, uomo in gravi condizioni a Perugia

Tenta di incendiare un nido di vespe, le fiamme lo avvolgono: ustionato, è grave

 

Ultimo aggiornamento: 30 Ottobre, 09:53 © RIPRODUZIONE RISERVATA