Thailandia, strage all'asilo: ex poliziotto uccide a coltellate 38 persone, tra cui 24 bambini, la moglie e il figlio e poi si spara

L'uomo, 34 anni e da poco licenziato, aveva ucciso anche la moglie, il figlio e altri familiari

Thailandia, strage all'asilo nido: ex poliziotto uccide 35 persone, tra cui 25 bambini e poi si spara
3 Minuti di Lettura
Giovedì 6 Ottobre 2022, 11:12 - Ultimo aggiornamento: 17:08

Strage in Thailandia: 38 morti, tra cui 24 bambini, è il drammatico bilancio della strage in un asilo nido di Uthai Sawan, nel nord-est del paese, per mano di un ex poliziotto che alla fine si è tolto la vita. L'uomo ha ucciso anche la moglie, il figlio e altri familiari. L'assassino, il 34enne Panya Kamram, era un ex poliziotto che di recente era stato licenziato per problemi di droga. Fra le sue vittime anche una maestra incinta di 8 mesi.

L'ex poliziotto  ha utilizzato soprattutto il coltello per assassinare i più piccoli. Lo ha reso noto la polizia di Bangkok. L'uomo si è poi tolto la vita sparandosi anche una pistola che possedeva legalmente.

Russia, spari nella scuola: almeno 15 morti (tra cui 11 bambini) e 21 feriti. Cremlino: «Aggressore forse neonazista»

Priprio oggi l'ex poliziotto era atteso in tribunale per rispondere dell'accusa di traffico di droga. Nell'asilo c'erano 30 bambini e quasi tutto stavano dormendo. L'ex agente ha prima eliminato maestre e maestri poi si è accanito sui bambini usando soprattutto i coltelli. Una furia letale con pochi precedenti nel mondo.  

L'uomo è poi tornato a casa uccidedo la moglie, il figlio e altri familiari. Alla fine ha puntato la pistola contro sé stesso e si è ucciso.

«Profondo dolore dell'Italia per il terribile attacco condotto in un asilo nido in Thailandia. Esprimiamo il nostro cordoglio per le vittime di quest'atto ignobile e la massima vicinanza alle loro famiglie e a tutto il popolo thailandese». Lo scrive la Farnesina in un tweet.

© RIPRODUZIONE RISERVATA