TERREMOTO

Terremoto in Antartide di magnitudo 6.9 e mini-tsunami, evacuata base Cile

Domenica 24 Gennaio 2021
Terremoto in Antartide di magnitudo 6.9 e mini-tsunami, evacuata base Cile

Fortissima scossa di terremoto in Antartide che ha generato anche onde tsunami. Il sisma, di magnitudo 6,9, ha colpito sabato l'Oceano Antartico in aree che sono disabitate. La scossa è stata registrata vicino alla base cilena Eduardo Frei, che è stata provvisoriamente evacuata. Il sisma è stato registrato alle 20.36 locali (le 0.36 in Italia) a profondità di 15 chilometri ed epicentro circa 210 km a est della base cilena. L'Ufficio nazionale di emergenza del ministero dell'Interno (Onemi) cileno ha chiesto di «abbandonare la costa del territorio antartico». Sono state segnalate piccole onde di tsunami ma non si registrano gravi danni. La terra emersa più vicina, distante 55 chilometri (34 miglia) è l'isola di Elephant, montuosa e ricoperta di ghiacci, nella parte esterna delle  Shetland meridionali. I dati dell'US Geological Survey (USGS) hanno indicato la magnitudo del terremoto in 6,9, in calo rispetto alle stime precedenti di 7.3 e 7.0. Le isole vicine all'epicentro, tra cui Elephant ma anche King George Island e Clarence, non hanno una popolazione permanente ma ospitano numerose stazioni di ricerca. Non sono stati registrati danni gravi. Il terremoto è stato percepito dalla popolazione anche nel sud dell'Argentina e del Cile, in  particolare a Ushuaia a nord di Capo Horn.

Terremoto, cosa fare in caso di scossa: i 7 consigli della Protezione Civile

 

 

Ultimo aggiornamento: 02:57 © RIPRODUZIONE RISERVATA