Tenta una rapina, scrive un foglio per minacciare il cassiere ma la grafia è incomprensibile: condannato 67enne

Tenta una rapina, scrive un foglio per minacciare il cassiere ma la grafia è incomprensibile: condannato
di Giampiero Valenza
3 Minuti di Lettura
Lunedì 16 Agosto 2021, 13:44

Vuole fare una rapina, si presenta alla cassa con un foglio di carta scritto, ma la sua grafia è così orribile che il cassiere non capisce che si trova davanti a una minaccia. Secondo quanto ricostruito dalla polizia (e che poi ha portato a una condanna in tribunale), il 67enne Alan Slattery è entrato in tre banche a Eastbourne e Hastings (nel Regno Unito) in due settimane. Il primo tentativo è avvenuto alle 10.45 dello scorso 18 marzo, alla Nationwide Building Society. A causa della sua scarsa grafia il dipendente non è stato in grado di leggere il foglio e il rapinatore è uscito a mani vuote. Nel pezzo di carta, diceva: "La tua barriera non basterà a fermare quello che ho" chiedendo banconote da 10 e 20 sterline. 

Londra, colpo da film: ruba diamanti per 5 mln di euro con un gioco di prestigio

Il 26 marzo ha riprovato con lo stesso istituto di credito, ma in un’altra filiale. Qui ha consegnato una nota minacciosa alla cassiera che, temendo per la sicurezza, ha consegnato 2.400 sterline in contanti. Mentre andavano avanti le indagini della polizia il primo aprile, Slattery avrebbe voluto commettere un altro colpo. Questa volta alla Natwest Bank. Qui, per sua sfortuna, ha incontrato un dipendente pronto a rispondergli picche e che lo ha fatto uscire a mani vuote.

Frederick Forsyth torna con "La volpe": lo spionaggio al tempo di Internet

Gli agenti della polizia del Sussex lo hanno scoperto grazie alle telecamere di videosorveglianza e a un errore commesso: il 67enne ha usato il suo abbonamento dell'autobus per fuggire da una delle sue banche. L’uomo è stato arrestato così per una rapina e due tentativi andati a vuoto. Davanti ai giudici ha ammesso le sue colpe e gli è stata data una condanna a sei anni, di cui 4 di detenzione.

© RIPRODUZIONE RISERVATA