Studentessa italiana aggredita a Rabat, due arresti grazie ai video delle telecamere

Sabato 2 Marzo 2019
Studentessa italiana aggredita a Rabat, due arresti grazie ai video delle telecamere

Rientrando a casa dopo una serata tra amici, era stata aggredita a pochi passi dal portone da tre ragazzi che si erano appostati in auto. Nel tentativo di difendersi e resistere all'aggressione, aveva avuto i pantaloni strappati e quattro fendenti alla coscia sinistra. V., 23 anni, studentessa dell'Università di Forlì e stagista all'ambasciata italiana in Marocco, aveva vissuto questo incubo nei giorni scorsi. Con l'accusa di tentato furto aggravato dalla violenza, due sospetti sono stati rinviati a giudizio.

Marocco, ragazza italiana accoltellata a Rabat da tre uomini in centro: 9 punti di sutura

Deferiti davanti alla Corte d'Appello i due indagati, uno dei quali è studente universitario, sono stati riconosciuti e arrestati anche grazie ai filmati delle telecamere di zona, numerose nel centralissimo quartiere Hassan, dove è avvenuta l'aggressione. La giovane, medicata al pronto soccorso, ha riportato nove punti di sutura. Gli aggressori, che non sono riusciti a sottrarre nulla alla studentessa, erano stati messi in fuga dall'intervento di un vicino, sceso in strada per le urla. Le indagini proseguono: è caccia ad altri due sospetti, già identificati, uno studente universitario e la sorella, che avrebbero partecipato all'aggressione criminale.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

“Book crossing”, a Roma a volte non funziona

di Pietro Piovani

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma