Mormoni uccisi in Messico, arrestato un uomo: aveva con sé due ostaggi

Mercoledì 6 Novembre 2019

La polizia messicana ha arrestato una persona sospettata di essere coinvolta nell'attacco contro un gruppo di mormoni in cui sono morte nove persone, tra cui sei bambini: lo riporta la Cnn online, che cita le autorità del Paese. Non si conosce l'identità della persona arrestata, ma l'Agenzia ministeriale per le indagini penali (Amic) ha reso noto che al momento della cattura l'individuo aveva con sé due ostaggi legati e imbavagliati nelle colline di Agua Priests, nello Stato di Sonora. Era in possesso di diversi fucili, varie armi di grosso calibro, e grossi quantitativi di munizioni.
 

 

Tra le 9 vittime ci sono almeno 4 bambini e due gemelli neonati di sei mesi e le loro madri, che sono stati uccisi in Messico in un'imboscata con colpi d'arma da fuoco. Alcuni sono stati bruciati vivi.  La polizia locale ritiene che la strage sia opera dei cartelli della droga. Il gruppo viaggiava in automobile quando è stato colto in un'imboscata da uomini armati che hanno sparato e dato fuoco alla vettura.

 

Ultimo aggiornamento: 23:04 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Nel bagno delle donne il messaggio che gli uomini non scriverebbero mai

di Pietro Piovani

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma