Sri Lanka, Obama e Clinton parlano di «adoratori della Pasqua» invece che di cristiani: è bufera sui social

Lunedì 22 Aprile 2019
2

È bufera su Barack Obama e Hillary Clinton che, nel condannare su Twitter gli attacchi in Sri Lanka, usano il termine "adoratori della Pasqua" invece di parlare direttamente di "cristiani". Si legge nel post di Barack Obama che “Gli attacchi ai turisti e agli adoratori della Pasqua sono attacchi all’umanità” e in quello della Clinton “in questo santo weekend per molte fed, prego per le persone colpite dagli attacchi agli adoratori della Pasqua”. E la rete li sommerge di critiche. «Cosa diavolo è un adoratore della Pasqua? Un termine per evitare di usare la parola "cristiani"», si legge in un tweet. «Hey Hillary Clinton e Barack Obama gli "adoratori" della Pasqua a cui vi riferite sono chiamati cristiani. Si tratta di qualche sillaba in più rispetto a musulmani ma scommetto che riuscite a pronunciarla» è un altro commento.

Anche i bambini sanno che la Pasqua è una festività tradizionalmente e unicamente cristiana. Anche gli ebrei ovviamente la festeggiano, fu infatti in occasione della pasqua ebraica che Gesù si recò a Gerusalemme quando venne arrestato e ucciso, ma si tratta di una festività del tutto diversa dedicata alla liberazione degli ebrei dalla schiavitù in Egitto e non si celebra la domenica, ma ha durata di una settimana, sebbene nello stesso periodo.

Comunque, ebrei o cristiani, nessuno li ha mai chiamati gli “adoratori della Pasqua”: o li si chiamano ebrei o cristiani. Ma visto che gli attentati sono avvenuti il giorno della Pasqua cristiana, di domenica, nelle chiese cristiane, non avrebbe dovuto essere difficile per Obama e la Clinton nei loro twitter di cordoglio per gli attentati scrivere semplicemente “cristiani”. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Tutti in campo per Sara tre anni dopo la tragedia

di Mimmo Ferretti

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma