Scotland Yard, agenti accusati di aver diffuso foto di due ragazze morte

Londra, due agenti di Scotland Yard sotto accusa per aver diffuso foto di due ragazze morte
2 Minuti di Lettura

Due agenti di Scotland Yard sono stati incriminati per abuso di potere e cattiva condotta in pubblico servizio dopo aver scattato e diffuso online foto dei cadaveri di due sorelle anglocaraibiche uccise lo scorso giugno a coltellate in un parco del sobborgo di Wembley, a Londra. Un'indagine interna e un'inchiesta penale hanno poi individuato come presunti responsabili i poliziotti Deniz Jaffer e Jamie Lewis, che compariranno il 27 maggio di fronte a un giudice della Westminster Magistrates' Court per rispondere dei reati contestati.

Usa, donna investe e uccide uomo e il suo cane per sfuggire da un incidente: arrestata poco dopo

Le foto atroci delle due sorelle, Nicole Smallman, di 27 anni, e Bibaa Henry, di 46, finirono online. Un'indagine interna e una successiva inchiesta penale hanno poi individuato come presunti responsabili i poliziotti Deniz Jaffer e Jamie Lewis, che compariranno il 27 maggio di fronte a un giudice della Westminster Magistrates' Court per rispondere dei reati contestati. Il caso fece scalpore ed è solo uno degli scandali che hanno coinvolto la celebre Met Police in questi mesi, fino a metterne sotto pressione la comandante Cressida Dick, prima donna mai nominata a capo del corpo. Incluso un episodio identico che si sospetta imputabile a un altro agente accusato d'aver diffuso immagini del cadavere di Sarah Everard: una 33enne rapita mentre rincasava a marzo alle nove di sera in un quartiere residenziale della capitale britannica e poi uccisa brutalmente in un'aggressione per la quale è stato arrestato un ulteriore poliziotto di Scotland Yard. 

Mercoledì 28 Aprile 2021, 17:47 - Ultimo aggiornamento: 17:49
© RIPRODUZIONE RISERVATA